La Lazio piega l'Inter ai rigori: biancocelesti in semifinale di Coppa Italia

La Lazio si qualifica alle semifinali di Coppa Italia dopo aver piegato l'Inter ai calci di rigore. Decisivo l'errore di Nainggolan dal dischetto. Al prossimo turno la Lazio se la vedrà contro il Milan

La Lazio di Simone Inzaghi esce vincitrice dalla battaglia del Meazza contro l'Inter di Luciano Spalletti. I biancocelesti hanno vinto per 5-4 dopo i calci di rigore: decisivo dal dischetto l'errore di Nainggolan. La partita è stata equilibrata e molto tirata con il primo tempo ad appannaggio degli ospiti e con una ripresa più equilibrata dove nel finale Handanovic due volte e l'errore incredibile di Lautaro Martinez hanno portato la sfida ai supplementari. Al minuto 108' Immobile porta in vantaggio la Lazio ma al 122' Milinkovic-Savic commette fallo su D'Ambrosio e dal dischetto Icardi non sbaglia. Ai rigori la Lazio si dimostra più fredda con l'Inter che fallisce due rigori con Lautaro Martinez e Nainggolan. Con questo successo la Lazio si qualifica per le semifinali di Coppa Italia dove affronterà il Milan di Gennaro Gattuso nel remake della semifinale dello scorso anno.

Primo tempo equiibrato nei primi 15' minuti con Luis Alberto e Brozovic che ci provano con poca fortuna. Negli ultimi 15 minuti però la Lazio prende il sopravvento sfiorando il vantaggio in tre occasioni. Al 29' Luis Alberto non dà forza al pallone parato facilmente da Handanovic e al 31' il portiere sloveno compie un miracolo su Immobile. Al 33' Milinkovic-Savic la mette fuori di poco e si va così a riposo sullo 0-0. Proteste nerazzurre per un contatto più che sospetto tra Acerbi e Skriniar con il difensore nerazzurro che ha protestato per un fallo subito.

Nella ripresa Vecino prova il tiro dalla distanza ma non inquadra la porta, mentre dall'altra parte Luis Alberto chiama alla parata, non difficile, in angolo. Correa al 54' prova a calciare in porta ma trova solo l'esterno della rete. Strakosha compie un grande intervento su Joao Mario al 61' e poi sulla ribattuta Candreva la mette alta. Dalla parte opposta Immobile impegna dalla distanza Handanovic. Candreva si beve un paio di uomini in slalom e va poi al tiro: fuori di poco alla destra di Strakosha. Skriniar decolla di testa al 76' sul cross di Politano e all'88' Handanovic compie un miracolo su Caicedo. Il numero uno dell'Inter si ripete al 90ì su Immoible, mentre al 93' Politano spara addosso a Strakosha con Lautaro che si divora il gol mandandola alta.

Nel primo tempo supplementare Asamoah la mette bene in mezzo per Icardi che si stacca dalla marcatura di Radu e va al colpo di testa: parato bene da Strakosha. Al 96' Milinkovic-Savic spinge Icardi con Abisso che non va nemmeno a consultare il Var. Immobile la sblocca al minuto 108 dopo un bello scambio prolungato con Caicedo. Nainggolan la spara alta al minuto 113' e Asamoah viene sespulso nel finale per un fallo su Milinkovic-Savic ma Abisso va a rivederlo al Var e grazia il ghanese dandogli il giallo. Milinkovic-Savic fa fallo su D'Ambrosio al minuto 122' con Abisso che prima concede la punizione ma poi rivedendo al Var concede il rigore all'Inter. Dal dischetto Icardi fa secco Satrakosha e porta la sfida ai rigori. Espulso Radu per proteste nell'occasione del rigore.

Il tabellino

Inter: Handanovic, D'Ambrosio, Miranda, Skriniar, Asamoah, Brozovic, Joao Mario (82' Lautaro Martinez), Gagliardini (46' Vecino), Politano (105 Cedric), Icardi, Candreva (105' Nainggolan)

Lazio: Strakosha; Wallace (71' Bastos), Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto (101' Parolo), Lulic (81' Durmisi); Correa (85' Caicedo); Immobile.

Reti: 108' Immobile (L), 125' Icardi (I)

Sequenza rigori: Brozovic (I) GOL, Immobile (L) GOL, Lautaro Martinez (I) PARATO, Durmisi (L), PARATO, Icardi (I) GOL, Parolo (L) GOL, Cedric (I) GOL, Acerbi (L) GOL, Nainggolan (I) TRAVERSA, Lucas Leiva (L) GOL.

Commenti

claudioarmc

Ven, 01/02/2019 - 08:08

E bravo Lucianino e ancora grazie per Nainggolan!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 01/02/2019 - 09:32

secondo me a spalletti lo faranno "conte"!