L'AZZURRO È TERZO «Il mio segreto? Il video di mio figlio dopo la 1ª manche»

Val d'Isére. «Grazie perché mi considerate un trentenne sul podio, ma io ne ho già 35!», sorride Patrick Thaler dal terzo gradino del podio dello slalom di Val D'Isere, vinto da un altro inossidabile, il 34enne austriaco Mario Matt. Per il carabiniere di val Sarentino la gioia si mischia alle lacrime e alla dedica alla sorella Sonja, in un momento difficile per tutta la famiglia: «Secondo dopo la prima manche, ho tenuto di testa e faticato molto su questo pendio dove già ai Mondiali del 2009 ero stato settimo. Per fortuna il grip era ottimo», Thaler liquida così una giornata per lui storica, che arriva quattro anni dopo l'altro podio, terzo posto a Kitzbuhuel nel 2009: «Allora tutti dissero che era un podio immeritato e invece sono qui». Lui, cresciuto alla corte e all'ombra del "maestro" Giorgio Rocca, riconduce la longevità agonistica al matrimonio con Eva e all'arrivo del piccolo Leon: «Fra le due manche mia moglie mi ha mandato un video: lui saltava gridando "Papi, Papi" mentre scendevo in gara, così oggi ha senso tornare a casa e anche passare svegli la notte. Perché c'è lui».