LeBron James amaro: "Il razzismo farà sempre parte dell'America"

La casa di Lebron James è stata vandalizzata con scritte a sfondo razziale. L'ala dei Cavaliers ha comprato questa abitazione nel 2015, pagandola circa 20.9 milioni di dollari

LeBron James è considerato uno dei migliori cestisti di tutti i tempi. L'ala dei Cleveland Cavaliers, nella sua lunga e gloriosa carriera, ha segnato caterve di punti, quasi 29.000, ha vinto 2 ori e un bronzo alle Olimpiadi, tre titoli NBA e si è laureato per ben 4 volte MVP della regular season. LeBron, negli Stati Uniti e non solo, è considerato un vero e proprio idolo ma questa volta ha dovuto incassare un brutto colpo.

Secondo quanto riporta TMZ, sito di gossip americano, il cancello anteriore della casa di Los Angeles del 32enne è stato imbrattato con lo spray e pare sia stata scritta una frase poco edificante nei confronti delle persone di colore. La polizia, inoltre, avrebbe etichettato tale crimine come un reato dettato dall’odio razziale. LeBron, deluso, nel corso di una conferenza stampa, ha commentato l'accaduto: "Sapete, l’odio in America, specialmente per gli afroamericani, viene sperimentato ogni giorno. Sono seduto qui alla vigilia di uno degli eventi sportivi più grandi e il tema della razza ritorna. ll razzismo sarà sempre presente nel mondo, farà sempre parte dell’America" .