LeBron James: "Ho giocato tre partite con la mano rotta"

Il campione di Cleveland racconta di aver stretto i denti per tre partite, giocando con una mano rotta. Ma si è fatto male in uno scontro di gioco o per un pugno dato a una lavagnetta?

Lo considerano uno dei cestisti più grandi di tutti i tempi. LeBron James, 34 anni a dicembre, oltre 33 milioni di dollari all'anno solo di stipendio, ha vissuto un periodo davvero difficile ed oggi lo racconta. Le ultime tre partite delle Finals Nba 2018 le ha giocate con la mano destra rotta. "Mi sono infortunato dopo gara-1", racconta la stella di Cleveland mostrando la fasciatura, dopo il ko nel quarto round contro Golden State, laureatosi campione.

LeBron non si è arreso, ha stretto i denti e, nonostante il dolore, ha giocato. "Le emozioni hanno preso il sopravvento. Ovviamente non ho una mano da pugile...". Il campione del basket Nba è entrato poi nei dettagli.

Ma la stampa americana scrive che LeBron si sarebbe infortunato tirando un pugno ad una lavagnetta nello spogliatoio, subito dopo il match. Cleveland aveva sfiorato la vittoria in gara 1, perdendo poi dopo l’overtime 124-114: Jr Smith ha avuto l’opportunità di dare la vittoria negli ultimi secondi del tempo regolamentare, ma non ha tentato la conclusione pensando che i Cavs fossero avanti nel punteggio. LeBron ha giocato la sua ottava finale consecutiva, la nona della sua carriera. Per il fuoriclasse di Akron (Ohio) è la sesta sconfitta nella carriera.