Lewandowski lascia il Bayern e la Juventus ci prova

Il procuratore dell’attaccante: "Robert sente di aver bisogno di un cambiamento e di uno stimolo nuovo nella propria carriera"

Robert Lewandowski ha chiesto al Bayern Monaco di essere ceduto. L’attaccante, dopo quattro anni in Baviera, vuole cambiare aria e ora per il calciomercato estivo si aprono nuovi scenari.

Il mal di pancia del polacco va avanti da un anno, per non dire due: non è un segreto che da tempo sia nel mirino del Real Madrid, su tutti, oltre che comparire sulla lista dei desideri di diversi top club europei. Tra cui, oltre al Paris Saint-Germain (che offrirebbe ai tedeschi Cavani), anche la Juventus. Infatti, se non dovesse andare in porto il chiacchierato scambio Icardi-Higuain, la dirigenza bianconera penserebbe proprio a lui per rinforzare l’attacco a disposizione di Massimiliano Allegri.

Lewandowski: "Bayern, addio"

Il centravanti, nonostante i 29 gol in Bundesliga in questa stagione, è stato più volte beccato dal pubblico che lo ha messo sotto accusa per aver mancato del giusto agonismo nelle notti europee. Sarà, ma in quattro anni al Bayern Lewandowki ha realizzato 151 gol in 194 presenze. Reti che parlano da sole, smentendo le critiche dei tifosi.

Ora, prossimo ai trent’anni, il cambio di vita annunciato dal suo procuratore, Pini Zahavi, alla Sport Bild: “Robert sente di aver bisogno di un cambiamento e di uno stimolo nuovo nella propria carriera. I responsabili del Bayern sono stati informati a tal proposito. I dirigenti di questo club hanno tutti avuto una grande carriera, dovrebbero capirlo”. Dichiarazioni chiaramente rivolte a Rummenigge che negli ultimi giorni aveva fatto il suo gioco da dirigente, dichiarando incedibile Lewa.