Lewis Hamilton: "Vi dico perché ho paura della Ferrari"

"Sono eccitato al pensiero di altre gare come Melbourne, alla prospettiva che ci saranno fine settimana in cui saremo poco avanti alla Ferrari, altri in cui saremo ruota a ruota e altri ancora in cui loro potrebbero essere avanti. Davvero non si sa nulla, è questo mi piace"

"Sono eccitato al pensiero di altre gare come Melbourne, alla prospettiva che ci saranno fine settimana in cui saremo poco avanti alla Ferrari, altri in cui saremo ruota a ruota e altri ancora in cui loro potrebbero essere avanti. Davvero non si sa nulla, è questo mi piace". Il tricampione del mondo Lewis Hamilton, a pochi giorni dalla seconda gara stagionale di Formula 1, prevede una stagione più combattuta rispetto alle ultime due, dominate dalla Mercedes, a cominciare proprio dal Bahrain. "Ho una buona sensazione riguardo alle mie prestazioni - ha affermato ancora l’inglese, sul sito F1.com -. Tutto lo scorso weekend sono stato davanti, fino alla gara e per questo sono fiducioso in vista del Bahrain".

Hamilton, tra i piloti più influenti del circus ha anche parlato del loro ruolo nei processi decisionali, ultimamente motivo di lamentela da parte di alcuni colleghi: "Non è nostro compito di elaborare idee e tutti noi abbiamo opinioni diverse - ha spiegato -. Io da parte mia credo che abbiamo bisogno di maggiore grip meccanico e di ridurre la scia d’aria in uscita dalla parte posteriore per rendere più facile avvicinarsi e superare. Non ho tutte le risposte, ma so che le modifiche che stanno apportando non è detto migliorino le corse".