L'Inter cala il tris al Palermo

A San Siro i nerazzurri di Mancini, dopo la sconfitta dello Stadium - e la rimonta mancata di un soffio contro la Juventus in Tim Cup - tornano al successo in campionato

L'Inter cala il tris (Ljajic, Icardi, Perisic) e il Palermo (a segno Vazquez) va al tappeto. A San Siro i nerazzurri di Mancini, dopo la sconfitta dello Stadium - e la rimonta mancata di un soffio contro la Juventus in Tim Cup - tornano al successo in campionato e si riportano a 5 punti dalla Roma, terza, mentre la Fiorentina è solo due lunghezze più su. Piange invece la classifica del Palermo, che ora ha un solo punto di vantaggio sul Frosinone. L'Inter passa al primo assalto. Perisic pesca Ljajic, che porta a spasso Andelkovic indovinando col destro l'angolo giusto che condanna il rientrante Sorrentino. Il Palermo però reagisce: errore di Kondogbia, palla dentro per Chochev che però si fa rimontare da Nagatomo. Qualche errore di troppo a centrocampo ma al 23' l'Inter trova già il raddoppio: Palacio per Icardi, il capitano nerazzurro anticipa Gonzalez e realizza il 12esimo gol in campionato. Il Palermo prova a reagire con Vazquez e Gilardino, ma è l'Inter ad andare vicina al tris con Ljajic e Kondogbia. Su un altro disimpegno errato da Kondogbia, il Palermo e riparte e Carrizo deve metterci i pugni sulla staffilata di Vazquez, potente ma centrale. Poi Sorrentino dice no a Perisic, mentre Andelkovic riesce nell'anticipo in extremis su Icardi, servito dal croato. Prima dell'intervallo, però, il Palermo rientra in partita: volata di Rispoli e cross per Vazquez, che al volo di sinistro fredda Carrizo. Il Palermo ora ci crede: gran giocata di Chochev, brividi in area nerazzurra. In contropiede, però, l'Inter prova a chiuderla di nuovo: da Ljajic a Icardi, che crossa per Perisic, in tuffo di testa l'ex Wolfsburg firma il 3-1. L'Inter si rasserena: Mancini toglie Ljajic e mette Brozovic per un 4-3-3 più coperto, Sorrentino è super su Palacio e Perisic mentre Iachini dà spazio a Quaison e Djurdjevic. Imprecisi Vazquez e Rispoli, l'occasione d'oro capita sui piedi di Djurdjevic ma Carrizo è tempestivo e salva il 3-1 nonostante gli assalti di Perisic e Brozovic in pieno recupero.