L'Inter rialza la testa e salva de Boer: Candreva stende il Southampton

Con tanta fatica e in 10 contro 11 nel finale di partita, i nerazzrri piegano il Southampton con un gran gol di Candreva. Riaperto il discorso qualificazione

L'Inter di Frank de Boer, finalmente, ottiene la prima vittoria in Europa League e nonostante una prova non brillante e non fluida sul piano del gioco porta a casa tre punti fondamentali ai fini della qualificazione ai sedicesimi di finale. Decide la perla di Antonio Candreva, alla prima gioia in nerazzurro, con un gran gol di sinistro sotto l'incrocio dei pali. Dopo un primo tempo contratto e sottotono, l'Inter cresce nella ripresa e riecse a rendersi maggiormente pericolosa e al 67' trova il gol con Candreva. Al 77' i nerazzurri, però, restano in 10 per l'espulsione di Brozovic e dal minuto 82 al 90 il Southampton si costruisce quattro grandi occasioni: 2 con van Djik e una con Austin trovando due grandi parate di Handanovic e un salvataggio sulla linea di Nagatomo. Al 95' Ward-Prowse va vicino al pareggio con un tiro che sibila alla sinistra di Handanovic. L'Inter sale a quota 3 punti ma è sempre ultima in classifica. Il Southampton resta fermo a 4 punti con gli israeliani dell'Hapoel Beer Sheva che hanno perso in casa per 1-0 contro lo Spart Praga, ora primo nel girone con 6 punti. Gli uomini di de Boer riaprono la qualificazione e questa vittoria può dare morale per le prossime sfide in campionato e in Europa.

Primo tempo sottotono per l'Inter che ha subito per lunghi tratti la supremazia del Southampton di Pulis, ottavo in Premier League. Al 4' Icardi si rende pericoloso su errore di Cuco Martina: la difesa inglese chiude in angolo con più di un brivido. Gli inglesi, però, salgono sempre più di tono, alzando il ritmo e l'azione più ghiotta arriva al 29' dopo diverse situazioni pericolose create dai Saints: Rodriguez va vicino al gol con Nagatomo che alla fine salva sulla linea. Minuto 30' gran tiro di Ward-Prowse che fa partire un gran tiro che va di poco fuori sopra la traversa. Minuto 31', ancora Southampton con il tiro di Martina che la mette fuori aprendo troppo il compasso. Minuto 38', ancora Rodriguez vicino al gol sull'ennesima dormita della difesa dell'Inter. Il primo e unico tiro pericoloso dei nerazzurri arriva al 41' con Eder che di destro fa correre un brivido sulla schiena del portiere inglese Forster. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Nel secondo tempo il Southampton sostituisce Long con Austin e l'Inter inizia a macinare gioco. Al 54', Gnoukouri conquista un bel pallone al limite dell'area di rigore e serve Eder che la passa a Icardi che di di sinistro la manda alto. Al 55' Austin va al tiro: brivido per Handanovic. Minuto 58', va ancora al tiro il capitano nerazzurro: murato dalla difesa. Minuto 59' tiro di Tadic: blocca il portiere nerazzurro. Minuto 67' arriva il gol dell'Inter: cross basso dalla sinistra di Santon raccolto da Candreva che di sinistro la mette sotto l'incrocio. Primo gol per l'ex Lazio con la maglia nerazzurra. Al 77' l'Inter rimane in 10 uomini per via dell'espulsione, per doppia ammonizione, di Marcelo Brozovic, tornato in campo dopo diverse esclusioni per motivi disciplinari ed autore di una discreta partita. Minuto 82', grande occasione per il Southampton con il capitano van Dijk che lasciato da solo in area di rigore colpisce al volo trovando il miracolo di Handanovic. Minuto 88', doppia occasione per il Southampton con un primo salvataggio sulla linea ancora di Nagatomo che mette in corner il grande colpo di testa di van Dijk. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, da un metro, Handanovic la salva con la faccia su tiro ravvicinato di Austin. L'Inter resiste e dopo 5 minuti di recupero l'arbitro lituano mette fine al match che vede vittoriosi i padroni di casa sul Southampton.

Commenti

@ollel63

Gio, 20/10/2016 - 21:35

si chiama culo.

COSIMODEBARI

Gio, 20/10/2016 - 21:57

Doveva finire 6 a 1 per gli inglesi, è finita 1 a 0 per l'Inter, che ha fatto solo due tiri in porta in 95 minuti. Prova vergognosa, dove il migliore in campo è stato Handanovic, voto da laurea, 110 e lode. Il mister Olandese, beh chiunque appassionato di calcio, anche quelli da tifo da bar, potrebbe sostituirlo alla grande. Formazione e sostituzioni senza alcun lesso logico e pure illogico. Brozovic poi, pare facesse a gara a prendersi il primo gialo e poi pure l'altro giallo, cosa in cui è riuscito. Calciatore a cui dovrebbe essere dato l'incarico di fare la pulizia dei w.c..