L'INTER RINUNCIA A POLI, PAZZINI E RANOCCHIA IN PARTENZA

Lucio e Forlan salutati senza rimpianti, Julio Cesar col foglio di via. Palacio e Silvestre già acquistati, Paulinho e Lucas (nella foto) sono ancora sogni. L'Inter di Massimo Moratti ha da sempre una tradizione sudamericana forte, Argentina e Brasile su tutti. Tanto forte da far nascere periodicamente dubbi sull'esistenza di clan che non favorirebbero l'ingresso di calciatori non graditi. Ipotesi smentita più e più volte, tanto che la società anche per questo mercato punta forte Oltreoceano.
Scartato Andrea Poli, a centrocampo rimangono due obiettivi: Gaby Mudingayi e Paulinho, non proprio la stessa cosa. Un onesto lottatore contro la stella del Corinthians campione di Libertadores. Il problema è che il primo viene via a prezzi abbordabili, circa 2 milioni, mentre il secondo, oltre ad avere il cartellino diviso tra club, procuratori e banche (confusione tipica del calcio brasiliano), rassicurato dal club ha fatto marcia indietro. «Voglio rimanere al Corinthians un altro anno» ha detto dopo aver rinnovato il contratto fino al 2015, ma l'Inter non ha perso ancora le speranze e ha pronta un'offerta da 10 milioni.
La situazione per Lucas Moura, 19 anni e già 15 presenze nel Brasile di Menezes, è diversa. Il giocatore è convinto di trasferirsi in Italia, in questo caso è il San Paolo a fare resistenze: «Con 80 milioni è vostro» la provocazione del vicepresidente Jesus Lopez. In realtà il vero problema si chiama Manchester United che con un'offerta da 32 milioni ha rialzato e non di poco i 25 proposti da Moratti. Però l'Inter ha ancora due carte pesanti in mano: l'effetto Pirelli, sempre attenta al mercato sudamericano, e il feeling con l'entourage di Lucas. L'ultima soluzione, quella che Stramaccioni vorrebbe evitare, vedrebbe un'offerta composta da denaro contante più il prestito di Coutinho. Il trequartista di ritorno dall'esperienza in Liga con l'Espanyol ha colpito molto l'allenatore interista che ha confidato di voler puntare forte su di lui.
La situazione si sbloccherà dopo le Olimpiadi e, in caso di buona riuscita dell'affare, l'Inter avrebbe a disposizione un attacco tutto tango e samba. Milito, Lucas, Palacio, Alvarez e Coutinho. E Pazzini? Per lui all'orizzonte c'è il Werder Brema, anche se la Juve rimane vigile.
Oggi alle 15.30 l'amichevole contro gli istriani del Koper chiude il ritiro a Pinzolo: domani e martedì riposo, poi si inizierà a preparare il trofeo Tim contro Milan e Juve.SFio