L'Italia non brilla e l'Irlanda la punisce 1-0

L'Italia, con tante seconde linee in campo, non brilla e perde contro l'Irlanda, che si impone per 1-0 al minuto 85. Azzurri primi, Belgio secondo e Irlanda terza e qualificata agli ottavi di finale

L'Italia di Antonio Conte stecca, gioca male e viene punita nel finale da un gol di testa di Brady. Gli azzurri, con tante seconde linee in campo, hanno disputato un primo tempo troppo attendista e rinunciatario, meglio nella ripresa soprattutto dopo l'ingresso di Insigne che si è costruito l'azione più bella degli azzurri colpendo il palo al minuto 77. Quando la sfida sembrava indirizzata sullo 0-0 e dopo un grande intervento di Sirigu su errore di Bonucci, è arrivata la doccia fredda per l'Italia: cross di Hoolahan e Brady prende il tempo ad un impreciso Bonucci siglando il gol vittoria e qualificazione per l'Irlanda che ha corso e pressato per tutti i 90 minuti. L'Italia esce sconfitta e ora bisognerà ricaricare le batterie per l'impegnativo ottavo di finale che ci vedrà opposti alla Spagna di del Bosque, a Saint-Denis, lunedì 27 giugno alle ore 18.

Primo tempo all’insegna dell’equilibrio e della grinta allo stadio Pierre-Mauroy di Lille, dove l’Italia di Conte e l’Irlanda di O’Neill hanno chiuso sullo 0-0 la prima frazione di gioco. La prima azione pericolosa è di marca irlandese al 9’ minuto: Hendrick va al tiro e la palla va fuori di poco alla destra di Sirigu. Irlanda più aggressiva che pressa molto gli azzurri, Italia più accorta che fa condurre il gioco agli avversari che hanno bisogno di una vittoria per qualificarsi agli ottavi di finale. Prima parata di Sirigu al 21: angolo battuto da Brady e stacco di Murphy, il portiere del Psg la mette in angolo. Minuto 30’ mischia in area italiana, Barzagli tiene in gioco tutti e De Sciglio si rifugia in angolo. Minuto 32’: Sirigu non esce bene su un traversone dalla destra ma Duffy la mette fuori. Italia che non riesce ad uscire e a creare grattacapi dalla difesa avversaria, irlandesi in cerca del gol dell’1-0 che però non arriva. Minuto 43’ arriva il primo tiro degli azzurri con Immobile che si costruisce un’azione da rete andando al tiro da fuori area: palla che sibila alla destra di Randolph. Minuto 44’ reclama un rigore l’Irlanda: McClean entra in area e viene spinto da Bernardeschi, tutto regolare per l’arbitro rumeno Hategan. Minuto 45’ Sirigu anticipa Long: che pericoli per la difesa azzurra.

Il secondo tempo riparte con gli stessi 22 in campo e l’Italia sembra più propositiva. Minuto 53’ grande girata di Zaza: palla alta di poco. Minuto 57, che rischio per l’Italia: Sirigu smanaccia e la palla resta in area di rigore, Thiago Motta con una calma olimpica la serve sui piedi di Ward che calcia di prima intenzione trovando la respinta della difesa azzurra. Pericolo inutile. Minuto 62’ tiro da fuori di Hendrick: palla a lato. Minuto 65’, ci prova Duffy da circa 40 metri: palla alta. Minuto 70’ va al tiro McClean: pallone lontanissimo dalla porta di Sirigu. Minuto 72’ cross dalla sinistra di Ward, esce a vuoto il portiere azzurro ma nessun irlandese ne approfitta in area di rigore. Minuto 77’, grande azione di Insigne, appena subentrato per Immobile, che parte dalla sinistra e si accentra: il suo tiro a giro si stampa sul palo. Questa è la prima vera occasione dell’Italia. Minuto 81' Zaza prova ad intervenire sul cross di Sturaro ma viene stoppato da Randolph. Minuto 83' che errore di Bonucci che cede la palla a Hoolahan che entra in area di rigore e si fa ipnotizzare da Sirigu. Sul ribaltamento di fronte arriva il tiro di El Shaarawy che arriva debole tra le braccia di Randolph. Il minuto 85', però, è fatale agli azzurri che subiscono il gol da parte dell'Irlanda: cross di Hoolahan, che si riscatta dall'errore precedente, e testa di Brady che batte Sirigu per il vantaggio della nazionale di O'Neill. Non succede più niente di significativo fino al 93 minuto e l'arbitro decreta la fine del match: 1-0 per l'Irlanda.

Commenti
Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 22/06/2016 - 23:39

Tranquilli azzurri, ci penserá la Spagna a mandarvi a casa!!! Preparate 'a bballiggia.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Gio, 23/06/2016 - 03:11

Grandissimo Sturaro , lo farà giocare anche contro la Spagna ?

TonyGiampy

Gio, 23/06/2016 - 05:33

Scusate ma l'Italia vista nelle partite precedenti aveva brillato?Niente gioco,catenaccio,anche le mamme dei giocatori dietro la linea della palla e colpo di fortuna finale.Se la fortuna non ci assiste anche con la Spagna saranno dolori.A mio parere,i nostri giocatori,difesa a parte,sono il peggio che si possa trovare in Italia ma se Conte li ha convocati significa che sono il meglio del peggio!!Le uniche nazionali che avevano veramente un gioco erano quella di Vicini di Italia 90 e quella del grande Bearzot.Il resto tutte da buttare!Poi, adesso con Ventura ....

Amazigh

Gio, 23/06/2016 - 07:18

Mi sia permessa l'ironia: da quando una notizia di teatro va in prima pagina? Ho rivisto il gol, il difensore si disinteressa di Brady ed il portiere si butta dall'altra parte. A parte questo é stata una recita decente. Un favore alla federazione irlandese, a buon rendere.

Ernestinho

Gio, 23/06/2016 - 07:26

Non è che io sia rimasto entusiasmato dalla prime due gare dell'Italia. Allora ci è andata bene. Ma è una Nazionale senza gioco, con numerosi errori in fase di appoggio ed in difesa, con un centrocampo ed un attacco inesistenti. Non credo che andrà lontano!

Ernestinho

Gio, 23/06/2016 - 07:42

Ed i nostri si fanno inutilmente ammonire per delle cretinate!

Polgab

Gio, 23/06/2016 - 08:22

Seconde linee che non riescono a fare 3 passaggi di seguito, che non sanno tenere palla, che non sanno fare un controllo, che si fanno rubare palla, che fanno sembrare gli irlandese dei mostri, che prendono cartellini gialli stupidi quanto inutili, e sono sovrastati fisicamente. Gli altri giocano per vincere, l'Italia gioca per non perdere e perde comunque. Contro la Svezia, con le 1° linee era già andata cosi. Il terreno era in pessime condizioni ? anche per gli irlandesi. Pochi giocatori italiani sono ai livelli di questo europeo, Buffon, Bonucci e poi... il vuoto.