L'Italia verso il playoff: ecco chi ci potrebbe essere sulla strada degli azzurri

L'Italia di Ventura aspetta il sorteggio del 17 ottobre, a Zurigo, per sapere chi sarà la sua avversaria nel playoff di novembre. Evitata la Croazia, ci sono Grecia, Svezia, Irlanda o Irlanda del Nord

L'Italia di Giampiero Ventura, già prima di scendere in campo ieri sera contro l'Albania di Christian Panucci, sapeva di essersi qualificata per i playoff per accedere al Mondiale. La vittoria in terra albanese ha certificato che gli azzurri, al sorteggio che avverà il 17 ottobre, saranno testa di serie e dunque eviteranno nazionali top come la Croazia o il Portogallo, che dovrà andare agli spareggi se non batterà questa sera la Svizzera.

Il sorteggio si terrà a Zurigo e il playoff si disputerà in un match di andata e ritorno tra il 9 e il 14 novembre. L'Italia non sa né quale sarà la sua avversaria, né la sede che sarà un tra Milano, Torino, Palermo e Udine. In prima fascia, in questo momento, ci sono gli azzurri, la Croazia, il Portogallo, se appunto non batterà la Svizzera e la Danimarca. In seconda fascia, invece, ci sono la Grecia, chiamata questa sera a battere Gibilterra, la Svezia, Irlanda e l'Irlanda del Nord. Questa sera, alle 22:45 circa, la situazione sarà chiara e definita con l'Italia che non avrà scuse: dovrà battere chiunque ci sarà sulla sua strada per approdare al Mondiale in Russia e per non essere sommersa dalle critiche in caso di clamorosa debacle.

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 10/10/2017 - 15:54

evidentemente ci meritiamo l'umiliazione dei playoff con forte possibilità di ulteriori umiliazioni! Evidentemente l' italia di questo signor s'ventura deve ricominciare da zero ma per farlo deve soccombere con tutto lo stato maggiore di quella dirigenza che non ha ancora capito che per vincere si deve ricorrere a gente che è abituata a vincere!

guerrinofe

Mer, 11/10/2017 - 07:27

Di tutte le squadre ai playoff, Buffon ha preso piu goal!!!

Martinico

Mer, 11/10/2017 - 08:47

gpl_srl@yahoo.it h 15,54 Soprattutto a giocatori che sono abituati a giocare e non stare in panchina nelle loro squadre di club. Vergognoso vedere partite dove di 22 giocatori in campo ci sono al massimo 2 Italiani. Come cavolo la metti insieme una Nazionale competitiva.