Liverpool, il discorso di Klopp: ''Ragazzi dobbiamo crederci, noi possiamo''

Dejan Lovren ha rivelato le parole di Klopp prima della partita che hanno motivato i Reds a compiere la grande impresa: ''Credeteci, con Anfield che ci supporta, noi possiamo''

''Credeteci. Potete segnare in qualsiasi momento. Ragazzi, noi possiamo'', sono le parole, in stile Al Pacino in Ogni maledetta domenica, pronunciate da Jurgen Klopp per caricare i suoi ragazzi prima della straordinaria impresa di ieri contro il Barcellona.

Una serata magica con la cornice di Anfield Road a rendere tutto possibile, i Reds pur privi di Salah, Firmino e Naby Keita ribaltano la sconfitta dell'andata con un leggendario 4-0. Un capovaloro tattico di Jurgen Klopp, unico a motivare i suoi uomini che travolgono i blaugrana apparsi irriconoscibili.

Dejan Lovren, difensore del Liverpool ieri in panchina, come riporta il Daily Express ha spiegato i motivi del successo a Lfc Tv, il canale televisivo del club, dando i meriti al proprio allenatore Jurgen Klopp, capace di motivare la squadra prima del fischio d’inizio con un discorso importante. ''Prima della partita, Klopp ha fatto un fantastico discorso alla squadra. Credo sia stato brillante e le sue parole ci hanno portato ad essere di un livello superiore. Il concetto è stato ‘Credeteci. Mettetevi in testa che potete farlo'', ha rivelato Lovren che ha continuato: ''Il suo discorso è stato qualcosa che non avevo mai sentito prima. Ci ha detto: 'ragazzi credeteci'. Uno o due gol, anche se non segnamo nel primo quarto d’ora non importa. Credeteci al 65′, al 66′ e al 67′. Credeteci. Potete segnare in quel momento. E con Anfield che ci supporta e crede in noi, ce la possiamo fare. Ragazzi noi possiamo ''.

Una straordinaria impresa che lancia il Liverpool come favorita della finale di Champions League, in programma il 1 giugno a Madrid, in attesa di conoscere la vincente della semifinale di stasera tra Ajax e Tottenham.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?