Liverpool su Menez Shaqiri rischia di diventare un caso

Prioritario sfoltire le rose. Mancini spinge per Perisic

Il sole cocente che batte su Milano getta ancora più calore su queste già infiammate giornate di calciomercato. Un clima che accomuna molte piazze italiane e non: dal capoluogo meneghino a Gelsenkirchen, quartier generale dello Schalke, il filo diretto è costante. E bollente. Ieri incontro nella sede dell'Inter tra il ds dei nerazzurri, Piero Ausilio, e l'intermediario che si occupa del passaggio sia di Shaqiri allo Schalke, sia di Perisic all'Inter. L'idea di Mancini è quella di prendere a prescindere l'attaccante del Wolfsburg, andando anche contro i dettami di Thohir che chiede prima delle cessioni.

I nerazzurri hanno ribadito la volontà di portare Perisic a Milano arrivando ad offrire 18,5 milioni; il Wolfsburg tentenna. L'Inter, inoltre, ha accelerato per il trasferimento di Shaqiri allo Schalke: il club tedesco mette sul piatto 2 milioni di euro per il prestito con riscatto a 15. Il giocatore ha già detto sì ma prima il club tedesco deve vendere: Farfan è in trattativa con il Galatasaray, Draxler con la Juve. Sicuramente il giocatore svizzero non sarà convocato per la tournée asiatica: e con i soldi recuperati dalla sua cessione l'Inter chiuderà anche per uno fra Jovetic e Salah.

In casa Milan, invece, il sole cocente di Milanello non distoglie i pensieri di Galliani dalle trattative di mercato. Ieri l'ad rossonero per la parte sportiva è tornato a parlare ancora di Romagnoli: «Proveremo ad accontentare il nostro allenatore - ha detto - mi è piaciuta la battuta su fragole e ostriche». Escluse possibili alternative, come ad esempio Savic: «In quel ruolo numericamente siamo a posto con Alex, Mexes, Paletta, Zapata ed Ely. Cinque centrali è il numero ideale». La sensazione è che in questo momento la Roma voglia continuare a parlarne, magari su basi più alte, anche se sembra chiaro che alla fine l'affare si concluderà ma non a 30 milioni: le parole di Galliani sono chiare, l'offerta non si modifica ma il giocatore piace. La Roma ha però bisogno di liquidità per l'assalto a Dzeko.

Non trovano conferme, per ora, le indiscrezioni che vorrebbero il Liverpool pronto a spendere 15 milioni per Menez, ma ci sono indizi: i rossoneri realizzerebbero una plusvalenza importante e potrebbero aumentare il budget per il mercato; senza dimenticare che, quest'anno, il francese ha giocato spesso come attaccante centrale e in quel ruolo il Milan è già abbondantemente coperto con gli arrivi di Bacca e Luiz Adriano.