A Los Angeles incanta la nuova Porsche 911 E il Maggiolino saluta

Sullo stand di Vw c'è il Beetle Final Edition Tedeschi scatenati. I super Levante Maserati

Tutti i Saloni dell'auto, in ogni parte del mondo, fatta eccezione per quelli cinesi, sono alla ricerca di nuove formule per coinvolgere pubblico e media in eventi che per i costruttori hanno perso gran parte del tradizionale appeal. Si tratta non tanto di crescere, ma di sopravvivere di fronte a fiere che come il Ces di Las Vegas, il Mobile World Congress di Barcellona e altre dello stesso taglio che spuntano ovunque stanno inghiottendo nel mondo dell'elettronica i costruttori d'auto, perché il digitale e tutte le sue applicazioni sembrano prevalere su motorizzazioni, prestazioni e design. Poco importa se, poi, i sempre più numerosi Adas, i sistemi di assistenza del guidatore che dovrebbero portarci alla guida autonoma, hanno bisogno di infrastrutture che sono ben lontane dal consentirla.

A Los Angeles, per tentare la strada del «nuovo» hanno deciso di far precedere il Salone tradizionale da tre giornate (dal 26 al 29 novembre) hi-tech battezzate AutoMobility. L'anteprima ha ceduto poi il testimone all'Auto Show, che resta aperto fino a domenica, dove insieme a tante novità destinate prevalentemente al mercato Usa non mancano prime assolute di modelli che vedremo nei prossimi mesi anche sulle nostre strade.

Fa notizia, al di là della novità intrinseca, Jeep Gladiator, light truck derivato dal nuovissimo Wrangler, perché è il primo pick-up nella gloriosa storia del brand icona del fuoristrada. Lasciamo Gladiator, di cui si parla in queste pagine, e andiamo a scoprire le altre novità che possono essere suddivise in due categorie: gli Sport Utility e le auto di lusso, con modelli che, come a esempio, Bmw X7, interpretano entrambi i ruoli. Insieme a X7, l'ammiraglia degli Sport Activity di Monaco, sono esposte a Los Angeles la versione convertibile della nuova Serie 8 e la concept iNext che interpreta la visione bavarese sulla mobilità del futuro.Maserati presenta due versioni del Suv Levante: Gts e Trofeo, equipaggiate del V8 Ferrari con potenze di 550 e 590 cv. Sempre dall'Italia arriva il concept Nucleus di Icona, studio torinese di design e ingegneria attivo con un centro anche a Los Angeles. Ancora Suv con Range Rover (è la seconda generazione di Evoque) e per Subaru, che si cimenta per la prima volta con l'ibrido su Crosstrek (un bestseller in Usa).

È elettrica pura, e con più autonomia, la seconda serie di Kia Soul, e sempre ibrida è Toyota Prius che debutta nella versione Awd-e 4x4. Interessa anche il pubblico europeo la nuova Mazda3, innovativa sotto tutti i punti di vista. Audi aggiunge alla gamma e-tron il concept Gt che anticipa una gran turismo elettrica da 590 cv che arriverà a fine 2020. Mercedes-Benz schiera invece, in prima assoluta, Amg Gt-R Pro e in prima americana il Suv Gle. Dal Gruppo Volkswagen ecco la rinnovata Bentley Continental Gt e una delle più attese novità, l'ottava serie della Porsche 911, modello che celebra il 55° compleanno. Per un classico intramontabile a Los Angeles ce n'è un altro che va in pensione: Volkswagen Beetle Final Edition, gli ultimi esemplari del Maggiolino creato dal genio di Ferdinand Porsche.

PEv