Luca Cordero di Montezemolo: "Marchionne provoca, ma merito rispetto"

Il numero uno di Fca al Giornale: "La Ferrari nel 2014? Un grandissimo disastro". La replica dell'ex presidente: "Sono soltanto provocazioni"

Luca Cordero di Montezemolo preferisce non raccogliere le provocazioni che Sergio Marchionne ha rilasciato in un'intervista al Giornale.

"Un grandissimo disastro", così il neo presidente della Ferrari definisce il 2014 del Cavallino. E condanna la scelta dell'ex dirigenza di aver diviso "i gruppi di lavoro sul progetto 2014 e sul 2015, frutto delle scelte di altri...scelte che non condivido. Sarà un anno difficile".

Replica dopo molte insistenze, Montezemolo: "Mi sono ripromesso di non far polemiche per il profondo amore che nutro per la Ferrari, per il rispetto che merita chi vi lavora oggi e vi ha lavorato e vinto sui mercati e sui circuiti di gara. In queste settimane ho assistito però ad esternazioni reiterate, gratuite ed in alcuni casi non rispondenti alla realtà dei fatti. Non intendo raccogliere tali provocazioni".

E, soprattutto, ciò che per l'ex presidente della Ferrari sono "i successi sportivi, superiori a quelli conseguiti da qualunque altra squadra, la forza ed il prestigio raggiunto dal bran nel mondo ed i risultati economico-finanziari che sono stati fondamentali per il Gruppo FCA e che quest'anno saranno i migliori della storia dell'Azienda, parlano da soli".

Commenti
Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 23/12/2014 - 16:05

Dopo 27 milioni di Euro non si può neanche dire che ha fatto un lavoro di merxa?

albertosilvano

Mar, 23/12/2014 - 16:20

Qualcuno dovrebbe spiegare al Sig. Montezemolo, per giunta CORDERO, che il rispetto non è un diritto, ma una conquista ! E questo vale per TUTTI, Presidente della Repubblica compreso. I risultati sportivi delle ultime stagioni non sono deludenti, sono CATASTROFICI ! Che rispetto si è meritato ? Se, invece, quelli della gestione vetture sono soddisfacenti, ciò è dovuto non certo all'abilità di un personaggio grigio e pernicioso come il Sig. Luca, ma alla fama che le Ferrari hanno in tutto il mondo, che prescinde dal management, qualunque esso sia. I miei migliori auguri per l'Alitalia, che, se presieduta da tale personaggio, scomparirà dallo scenario internazionale nel breve volgere di un mattino. Aspettiamo, gente, aspettiamo. albertosilvano

ENRICOP

Mar, 23/12/2014 - 16:33

Caro Montezemolo come in tutti gli sport non si vive sugli allori. quando una squadra non vince piu' si cambia allenatore come nel calcio . ti ringraziamo per quello che hai fatto ma adesso é tempo di cambiare dato che adesso é un disastro. vai a FORTE DEI MARMI in vacanza con DIEGO DELLA VALLE li é il vostro posto per i comunisti al caviale radical . Saluti ENRICO

Albius50

Mar, 23/12/2014 - 16:37

La F1 ORMAI HA PERSO IL SUO FASCINO LE CORSE SONO COMANDATE DAI COMPUTER E DAL DIO DENARO; TANTE VOLTE PENSO PERCHE' DEVO PAGARE X VEDERLA IN TV, l'ORGANIZZAZIONE deve essere in mano alle scuderie e non ai vari patron che ci girano intorno, inoltre il PILOTA deve avere l'adrenalina in corpo e purtroppo deve rischiare vi ricordate Villenuve, solo così lo spettacolo è garantito

vittoriomazzucato

Mar, 23/12/2014 - 16:57

Sono Luca, ma non Cordero. E se pensassi che sei riuscito a vivere di rendita per il periodo post Commendatore ENZO e poi le cose non sono più andate bene da quando gli effetti del periodo post Commendatore non si sono più fatti sentire. GRAZIE.

robylella

Mar, 23/12/2014 - 17:24

Per meritare il rispetto per il lavoro bisogna prima di tutto aver lavorato! Carissimo incapace d'un montezemolo, cosa pretendi tu che non hai mai lavorato un giorno in vita tua! Un povero operaio della Fiat o di qualsiasi altra industria SI! Tu NO!!!!!!!

carlo5

Mar, 23/12/2014 - 17:37

Signor Montezemolo, Lei dovrebbe fare come il cinese ed aspettare che passi il cadavere. Questo noi non lo vogliamo perche' stiamo parlando di un mito, la Ferrari, pero' c'e' da dire che la sua risposta e' fuori luogo, e' come se i romani dicessero sempre che sono grandi per via dei loro ex antenati. Lei Signor Montezemolo, quelle splendite vittorie ce le ha fatte scordare perche' sono anni, molti anni che la Ferrari non vince e viene umiliata. Quindi Signor Montezemolo a quanto detto dal Presidente Marchionne bisognerebbe rispondere con un signorile silenzio perche' tutti i torti non ha. Ora dopo questo suo sfogo tifi fortemente e Ferrari e obtortocollo Marchionne. Siamo tutti ferraristi.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mar, 23/12/2014 - 17:52

Nel momento in cui Jean Todt ha chiuso con la Formula Uno la Ferrari si è ritrovata senza più un manager dalle grandi capacità. Montezemolo era un portaborse della famiglia Agnelli, le sue Capacità finiscono tutte li.

filder

Mar, 23/12/2014 - 18:00

Il chiomato Montezemolo non aveva più tempo per la Ferrari, Lui era occupato insieme allo scarparo nazionale a gestire i suoi treni ed organizzare il nuovo partito politico, con questo do ragione a Marchionne che gli ha fatto una bella lavatina di testa.

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 23/12/2014 - 18:12

Beh? Ha detto la verità! E' stato un anno di cui la Ferrari deve vergognarsi.

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Mar, 23/12/2014 - 18:44

Il problema e`che questo paraculato,e`ancora in giro a combinare danni !!!!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mar, 23/12/2014 - 19:03

Montezemolo ha lavorato ? Agnelli si rivolterebbe nella tomba !

1967

Mar, 23/12/2014 - 19:40

Sotto la gestione Montezemolo, la Ferrari ha vinto 11 dei totali 16 titoli costruttori e 8 dei 15 titoli piloti. Non mi sembra cosi' male. Insomma all'incirca meta' di tutti i titoli vinti. Vedremo di cosa sara' capace Marchionne, che a me sembra solo un gran chiacchierone.

apostata

Mar, 23/12/2014 - 20:04

Montezemolo, uno dei segni della crisi e dei fallimenti del paese, fino a poco tempo fa era celebrato come possibile salvatore della patria, potenziale fondatore di movimenti e partiti in combutta con altri perdigiorno. Dai più attenti è stato giudicato da sempre farfallone salottiero e opportunista capace di qualsiasi trama pur di mettersi in evidenza. Perso nel vuoto delle sue tensioni estetizzanti, il suo fallimento alla ferrari ricorda quello dell’avvocato che mandò alla malora la fiat e le sue potenzialità da leader nella produzione delle piccole cilindrate, per perseguire demenziali politiche di rottamazione.

machimo

Mar, 23/12/2014 - 20:33

A un certo punto ha raggione. Però pensando che la Ferrari 458 Italia monta un cambio tedesco identico a quello di una macchina tedesca mi sembra proprio che i tempi dell'ingegneria italiana e finita...e davvero triste, sapendo pure che questo cambio non vale niente e ha solo difetti...

Albius50

Mar, 23/12/2014 - 20:37

1967 sotto la gestione FIAT con i soldi di Agnelli, lui era solo un ombra che incassava denaro ben altri sono i personaggi che hanno fatto vincere i titoli, l'ultimo è Todt

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mar, 23/12/2014 - 20:47

....ha perfettamente centrato il succo del discorso @1967...e non solo il brand Ferrari è cresciuto a dismisura x le qualità imprenditoriali che il Montezemolo ha.....se qualche personaggio che scrive sopra credendo di essere il depositario della verità va a controllarsi i dati economici oltre a quelli sportivi sotto il management di Montezemolo forse riuscira a capire...forse in quanto penso si tratti di personaggi abituati a prendere ordini e solamente quelli.....

gigetto50

Mar, 23/12/2014 - 21:01

.....se Montezemolo non fosse di famiglia con gli Agnelli ed in particolare con l' Avvocato ma semplice dipendente (anche se dirigente) di una ditta americana, l'avrebbero "fatto fuori" gia' tantissimi anni fa'...o comunque ridimensionato.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 23/12/2014 - 23:29

Io sono solo un LEGHISTA, IGNORANTONE,RAZZISTA,RUTTATORE con le corna in testa ed aggiungete pure gli EPITETI che preferite, che nel 1975 quando la Lega ancora non esisteva, ha dato un passaggio in macchina a Luca (cosi lo chiamo amichevolmente da quel giorno) ebbene in quel tragitto abbiamo avuto modo di "chiaccherare" un po, e da quel NIENTE che ho capito da IGNORANTONE quale sono, per Luca, la Ferrari era come la MAMMA. Quindi sono indotto a pensare che la DIATRIBA con Marchionne (che non ho conosciuto) sia una diatriba di BUSINESS ovvero; Marchionne VUOLE portare la sede della Ferrari FUORI dall'Italia, mentre Luca NO. Ecco qua spiegato in parole povere di un Leghista Ignorantone il perchè Luca è stato ESAUTORATO (cacciato fuori) dal PADRONE, perchè??? perchè NON si è mai iscritto ai SINDACATI!!! LOL LOL Hasta mañana dal Leghista Monzese

brunog

Mer, 24/12/2014 - 03:41

Il noccilo della questione si colloca tra il passato gestito da Montezemolo e il futuro di Marchionne, un paragone tra fatti e chiacchere o promesse. Il futuro dira' chi ha ragione.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Mer, 24/12/2014 - 09:32

E' la vita cosi' come e' oggi. Quando non servi piu' ti gettano via e in piu' sparlano di te.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 24/12/2014 - 16:27

I leghisti ignorantoni e razzisti il Luca Luca li plagia quando vuole. Bravo HERNANDO !