Lulic rischia una maxi squalifica. Nainggolan: "No al razzismo"

Lulic rischia una grossa squalifica per le frasi razziste rivolte al collega della Roma Rudiger: c'è il precedente di Grassi che prese 10 giornate

Senad Lulic l'ha sparata grossa al termine del derby perso contro la Roma. Il centrocampista bosniaco della Lazio si è reso protagonista di frasi pesanti e razziste nei confronti del collega giallorosso Rudiger: "Già parlava prima della partita, due anni fa a Stoccarda vendeva calzini e cinture e adesso fa il fenomeno. Non è colpa sua, è colpa di quelli che stanno intorno a lui e che fanno crescere un ragazzo maleducato. Lasciamo stare queste provocazioni che capiteranno anche in futuro. Oggi abbiamo perso, ma guardiamo avanti. Dobbiamo crescere e smettere di fare questi errori". La Lazio ha subito preso le distanze dalle dichiarazioni del suo tesserato ma Lulic ora rischia una lunga squalifica visto che c'è un precedente.

La Procura Federale dovrà prendere provvedimenti nei confronti di Lulic, visto quello che successe ad Alberto Grassi, oggi all'Atalanta in prestito dal Napoli. Nel 2014 il classe 95 fu squalificato per 10 giornate per aver rivolto nella sfida tra Atalanta e Verona, in Primavera, la frase 'Alzati, vu' cumprà' ad un avversario. Nel frattempo Radja Nainggolan lancia un messaggio chiaro e forte dal suo profilo Instagram: "Qualcuno dovrebbe imparare queste tre parole...No al razzismo".

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Lun, 05/12/2016 - 17:29

(2 e passatelo) Razzismo? Si sta proprio perdendo il senso della misura. La gente è impazzita e non si rende più conto nemmeno del significato delle parole. Ieri, subito dopo le dichiarazioni di Lulic, il Corriere riportava in prima pagina un grande box con l'accusa di "insulti razzisti". Ho scritto di getto un post "Razzismo, calzini e il Re di Rwenzururu", ma non rientra nel limite di spazio. Lascio il link: http://torredibabele.blog.tiscali.it/2016/12/04/razzismo-calzini-e-il-re-di-rwenzururu/

tuttoilmondo

Lun, 05/12/2016 - 22:40

Io direi, piuttosto... cassismo. Nel senso di cassate. Del resto... siamo arrivati a questo: Per aver dato del ‘somaro’ ad un alunno, un insegnante della scuola media di Castel di Iudica (Ct) e’ accusato di abuso di mezzi di correzione. Il Gup ha respinto la richiesta di archiviazione formulata dalla Procura e ha disposto l’imputazione coatta a carico dell’insegnante. La vicenda risale all’anno scorso, quando l’insegnante avrebbe prima corretto una risposta dell’alunno e poi lo avrebbe apostrofato: ‘Asino, sei un somaro’. Secondo me i somari in questa vicenda sono due. Evviva l'itaglia.