«Magnini, scherzi? Sì al sesso prima delle gare»

Vincere una gara olimpica è «orgasmo vero» per Filippo Magnini. Per questo durante i Giochi sarà «prudente: c'è chi fa sesso anche la sera prima della gara, io preferisco rimanere tranquillo». Ma la troppa castità non è gradita alla collega-fidanzata Federica Pellegrini che, nell'intervista a «Chi» di oggi, fa dietrofront e detta la linea da tenere a Londra: «Siamo matti? Filippo ha fatto una battuta. Lo facciamo anche la sera prima, senza problemi». Si metta il cuore in pace, Magnini: l' allenamento di questi mesi sui 100 stile libero, dovrà servirgli anche ad altro.
La Pellegrini ha anche parlato dei problemi che ha avuto da bambina: «Allo specchio non mi piacevo e ho iniziato ad avere problemi di bulimia: mi attaccavo al frigo e poi vomitavo tutto».
Ora è una campionessa ma qualche paura le è rimasta. Strano ma vero, proprio con l'acqua: «Ho paura di nuotare in mare, dell'acqua profonda. Sono fatta per stare in superficie». E svela un retroscena sul ritiro di 2 anni fa a Riccione: «Era un attacco di broncospasmo (i bronchi si chiudono causando difficoltà respiratorie, ndr) e da quel momento, soprattutto su distanze lunghe, ho avuto una paura fottuta di entrare in acqua e rimanerci». Per vincere queste paure la Pellegrini segue «un mental coach che mi aiuta a ributtarle dentro quando escono fuori».