Mancini: "Lo voglio rapido, forte, tecnico e goleador"

L'allenatore alla vigilia di Inter-Lazio: "Quando avremo due esterni offensivi di ruolo saremo in grado di attaccare meglio e di più. Ci mancano due esterni d'attacco"

Roberto Mancini

dal nostro inviato ad Appiano Gentile

Potrebbe essere arrivato il fine corsa per Yuto Nagatomo e Jonathan, i due esterni bassi delle scorse stagioni. Roberto Mancini sulle fasce vuole rivoluzionare l'Inter, ma per inserire qualcuno occorre disfarsi degli attuali, il fpf non dà scelte.

«Quando avremo due esterni offensivi di ruolo saremo in grado di attaccare meglio e di più. Ci mancano due esterni d'attacco», ha detto in conferenza, vigilia di Inter- Lazio, e quando gli hanno chiesto che giocatore desidera ha giocato per non svelare nulla del lavoro di Ausilio: « Dev'essere un giocatore fortissimo, rapidissimo, con tecnica altissima e che faccia tanti gol», poi si è lasciato andare a una risata. Qualcosa gli hanno promesso: «Devono essere fortissimi altrimenti è inutile andarli a prendere. I due che cerchiamo devono fare la differenza in entrambe le fasi»

Gli attuali non lo soddisfano, con la Lazio D'Ambrosio a destra e Dodò a sinistra: «Lui può fare l'esterno alto perchè è un laterale - ha detto del brasiliano -, può capitare che lo faccia ma non è il suo ruolo e non può farlo con costanza, può capitare a volte che ci giochi. Se l'ha fatto una volta e l'ha fatto bene non è così importante. Manca una partita poi speriamo di essere coperti in quel ruolo».

Ausilio ha un compito preciso, trovare un esterno, il Mancio gli ha dato anche qualche informazione in più: « A volte si può trovare qualcuno che non trova spazio in altre squadre e che per sei mesi può essere utile a noi e a lui perché può prepararsi a qualche competizione importante». Si può iniziare la caccia e ridurre il raggio d'azione sui probabili obiettivi, ma una cosa è certa: sarà un prestito con eventuale diritto di riscatto con percentuali ridotte che venga esercitato. Sempre che qualcuno degli attuali esca portando un minimo di cash.

Intanto per la Lazio i soliti commenti: «Squadra che ha perso partite che meritava di vincere, gara difficile, vogliamo i tre punti», disco buone per tutte le 19. Hernanes dovrebbe comparire in panchina, Osvaldo assente per problemi familiari, nuova probabilità per Guarin, non si capisce se per metterlo in mostra in proiezione mercato, o se per reale stima del Mancio per questo colombiano che ad ogni sessione di mercato ha la valigia sulla porta.