Mangiacapre sfortunato: zigomo fratturato e addio ai Giochi

Mangiacapre deve dire addio ai giochi di Rio nonostante il passaggio ai quarti di finale. La frattura allo zigomo lo costringe al forfait

Vincenzo Mangiacapre deve dire addio ai Giochi Olimpici di Rio. Il pugile azzurro si è fratturato lo zigomo ed è stato costretto così al ritiro. L'alteta di Marcianise nelle prossime ore rientrerà in Italia ma resta l'amaro in bocca visto che il classe 89 aveva ottenuto l'accesso ai quarti di finale nella categoria welter grazie alla vittoria sull'ostico messicano Juan Pablo Romero, che ha perso ma senza saperlo ha dato un dispiacere a Mangiacapre.

Il pugile italiano, dunque, non potrà difendere la medaglia di bronzo conquistata alle Olimpiadi di Londra 2012 dove l'altleta campano si arrese solo al cubano Roniel Sotolongo che poi si aggiudicò la medaglia d'oro. Mangiacapre, in carriera, ha vinto solo medaglie di bronzo: nei mondiali di Baku nel 2011, agli Europei di Ankara sempre nel 2011 e ai giochi olimpici di Londra. Appuntamento a Tokyo 2020, dunque, quando l'azzurro avrà compiuto 31 anni e potrà combattere per l'oro: sfortuna permettendo.

Commenti

yulbrynner

Mar, 09/08/2016 - 22:30

un vero peccato mi spiace come penso sempre nella vita conta più la fortuna che il resto

leo_polemico

Mer, 10/08/2016 - 00:02

L'importante che l'incidente non abbia conseguenze di altro tipo: forza Vincenzo!!