Marcelino via dal Villarreal per colpa di Musacchio

Marcelino non è più l'allenatore del Villarreal per via di una rissa avvenuta con Mateo Musacchio, grande obiettivo di mercato del Milan

Marcelino, dopo quattro stagioni, non sarà più l'allenatore del Villarreal. Ieri sera, con un comunicato molto stringato sul proprio sito ufficiale, la società spagnola ha annunciato che il tecnico è stato sollevato dall'incarico senza specificare le motivazioni di una separazione inaspettata visto gli ottimi risultati raggiunti e soprattutto visto il contratto in scadenza il 30 giugno del 2019. Tra l'altro il Villarreal dovrà giocare i preliminari di Champions League contro i francesi del Monaco e questa notizia non è di buon auspicio per il Sottomarino Giallo a distanza di una settimana dalla sfida d'andata.

Alla base di questo divorzio clamoroso ci sarebbe una rissa avvenuta negli spogliatoi tra Mateo Musacchio, difensore in orbita Milan e il tecnico spagnolo. Secondo le indiscrezioni in arrivo dalla Spagna, i due sarebbero venuti alla mani in quanto Marcelino avrebbe deciso di togliere la fascia di capitano al difensore argentino, classe 90. Dopo una prima discussione i due sono venuti a contatto con il resto della squadra che ha preso le parti compagno di squadra pretendendo le dimissioni del tecnico che non si sono fatte attendere. Il favorito numero uno per la successione sembra quel Manuel Pellegrini che ha già guidato il Villarreal dal 2004 al 2009. Musacchio, per ora, è salvo ma non è detto che dopo questo brutto episodio non venga messa anche lui alla porta dal club spagnolo. Il Milan di Vincenzo Montella è lì, pronto ad approfittarne, visto che Musacchio è un grande obiettivo. Il Trofeo Tim, tra l'altro, ha confermato che i rossoneri hanno bisogno di un rinforzo pesante in difesa perchè i soli Romangoli e Gustavo Gomez non possono bastare.

Commenti
Ritratto di GWENDOLIN

GWENDOLIN

Ven, 12/08/2016 - 17:30

e cosa aspettiamo a comprarlo. Un fido bancario e via la cosa deve essere fatta.Gwendolin