Marotta: "Berardi? Non possiamo costringerlo. Thiago Silva? Affare alla Pirlo"

Giuseppe Marotta ha spiegato la situazione di Witsel e Matuidi, ha parlato del rifiuto di Berardi di vestire la maglia della Juventus ed è stuzzicato da Thiago Silva

L'amministratore delegato della Juventus Giuseppe Marotta, non si nasconde e ai microfoni della Rai, all'interno della trasmissione Zona 11, ha parlato di tre grandi obiettivi come Berardi, Witsel e Matuidi: "Berardi? Non nascondo che abbiamo fatto delle grandi valutazioni su di lui, parliamo di un talento importante per il Sassuolo e in prospettiva anche per la nazionale italiana. Lui però ha espresso la volontà di non venire da noi e se la esprimerà ancora, noi non possiamo forzare la mano. Matuidi? Credo che per lui ci sia un veto da parte del Psg perché non vogliono venderlo. Witsel? Sul belga la situazione è complicata perché si libererà a parametro zero a giugno: se lo Zenit volesse trattare con noi per anticipare il discorso a gennaio lo faremo”.

Marotta ha poi parlato di Thiago Silva, ex difensore del Milan, accostato proprio alla Juventus in queste ultime ore di mercato. Il dirigente bianconero è stuzzicato da questa eventualità, ma per giugno: "Thiago Silva è un difensore eccezionale, ma non conosciamo la volontà del Psg: secondo me se lo vogliono tenere stretto. Potrebbe crearsi un'opportunità come avvenuto per Pirlo, considerato da tanti un giocatore finito, ma poi qui da noi trovò gli stimoli e la voglia per fare molto bene”.