Marotta: "Momento difficile, ma la posizione di Spalletti è solida"

Beppe Marotta, in un'intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport, ha illustrato la situazione in casa Inter anche relativamente alla posizione di Spalletti

Beppe Marotta si affida ai microfoni di Sky Sport per fare chiarezza sulle recenti vicende in casa Inter. Il pareggio di ieri contro il Bologna (LEGGI QUI) ha destato parecchie preoccupazioni tra i tifosi nerazzurri, che hanno assistito ad una gara in cui i ragazzi di mister Spalletti sono apparsi disorientati e privi di ogni motivazione, al punto di arrivare a fischiarli: "Penso che i fischi siano una dimostrazione d'amore quando le cose non vanno bene da parte dei tifosi. I giocatori devono anche capire lo stato d'animo di chi sostiene dei costi per assistere a certi eventi, dove la gente vuole che la squadra vinca e convinca". L'amministratore delegato ha così commentato la situazione: "La società è forte e la rosa è competitiva, l'allenatore è capace e il pubblico ci ha sempre sostenuto. Quindi ne verremo fuori come tante altre volte nella storia del club".

Marotta: miglioramento attraverso i campioni

Ritrovare i campioni della rosa sarà uno degli obiettivi principali del tecnico, il quale dovrà attuare un processo di miglioramento che "deve arrivare dalla convinzione delle tesi tattiche di gioco e dalla mentalità che è uno degli aspetti critici di questo gruppo: deve essere necessariamente vincente, per arrivare ai traguardi". Marotta ha le idee chiare, e non ha alcuna intenzione di porre una deadline per Spalletti: "Parma non sarà decisiva per Spalletti: riconosciamo che c'è un momento difficile, la sua posizione è molto solida perché siamo in una situazione interlocutoria del campionato, ci sono tanti punti disponibili e siamo al terzo posto".