Massa saluta con classe In arrivo l'annuncio per Kimi

10 VETTEL Primo. Parte così così, però recupera e si difende da campione e a ruote fumanti alla staccata. Per il resto annichilisce tutti, Alonso compreso, mette in cascina fieno a sufficienza per campare nella carestia degli ultimi 15 giri, quando per noiette al cambio è costretto ad alzare un filo il piede. Visto che per tutto il week end si è parlato di geni e scemi, lui è un GENIO. Cavalca i mali del Cavallino, sa di Alonso nervoso in versione deejay radio e allora eco la luce rossa anti pioggia accesa e lampeggiante a far incavolare l'asturiano. Ovvio che sia stato un guasto. Ma visto che di questi tempi ci vuole un niente a far saltare i nervi all'asturiano, vien da pensare che il team l'abbia fatto apposta.
8 ALONSO Secondo Parte bene, ma meno bene del paperino disperato Massa. Al giro 3 si fa perdonare tutte le sciocchezze dette con quel sorpasso tutto GENIO e coraggio su Webber. Poi gioca d'azzardo con le gomme all'unico pit restando fuori quattro giri in più di Vettel per limitare l'uso delle dure e sperare in deperimenti vari del tedesco. Da cinque secondi si ritrova lontano più di dieci. Amen. Con altra strategia probabilmente sarebbe cambiato poco. Quanto alle frasi sulla stampa che crea zizzania fra lui e la squadra, voto 10. Ma quanta importanza ci dà?
6.5 WEBBER Terzo Parte male, Massa lo pirla, però resiste su Alonso che lo svernicia più tardi alla Roggia con annessa toccata e baffetto perso sull'ala anteriore. Dopo il pit ringrazia il box Ferrari che ha fatto fermare Massa in ritardo di un giro e così al rientro di Felipe gli si piazza davanti.
9 MASSA Quarto Lui non ringrazia il box Ferrari perché “senza quella decisione sarei a podio” dice. Di sabato ha tirato come un mulo Alonso, di domenica è partito da dio, ha insidiato persino Vettel, poi ha ceduto con dignità la piazza al compagno. Domani è atteso a fare i mestieri a casa dello spagnolo. Difficilmente verrà riconfermato. Ormai questo si dice e pensa.
6.5 HULKENBERG Quinto Parte male però mica SCEMO. Guida Sauber motorizzata Ferrari, si parla di lui come un papabile al dopo Massa, meglio levarsi di mezzo. Torna dopo, per il 5° posto.
6 RAIKKONEN Undicesimo Qui si dice e si è detto un gran bene di lui. Ah se non fosse stato per la partenza e l'ala anteriore rotta tamponando Perez… ah, che GENIO, gran tempi ha fatto dopo, persino giri record. Nel paddock se ne parlava così. Forse un segnale che sia già della Ferrari. Anzi, ha già firmato. Annuncio in arrivo. Mica SCEMO.
6.5 HAMILTON Nono Foratura al giro otto, il team lo avvisa ma lui non ci sente. Non per arroganza ma perché la radio è rotta. Per cui segnali di fumo, cartelli, scritte, frecce, braccia che sventolano per farlo rientrare. Le Mercedes, come le Lotus, qui sono scomparse. Lui e Rosberg si sono arrabattati.
0 AL PUBBLICO Chi ha fischiato Vettel non è un GENIO e neppure SCEMO. È solo un cretino.
BCLUc