MATTIACCI: «MIGLIORIAMO E SO CHE COSA FARE»

Marco Mattiacci ha affrontato la sua prima conferenza stampa post Gp da capo Ferrari. A che punto siete? «Non ancora dove vorremmo…». Novità in Canada? «Ci saranno progressi, li facciamo ogni giorno, ma conta valutarli in termini relativi perché anche gli altri miglioreranno». Ma lei è digiuno di F1? «È vero, mi occupavo di altro, ma sono 14 anni che lavoro in Ferrari e la F1 è nel dna». Alonso e Raikkonen? «Complementari, esigenti, Fernando alza sempre l'asticella, Kimi estremamente aggressivo. Dite che era giù dopo oggi? Vi sbagliate». Qual è stata la sua prima decisione? «Ne ho prese tante, non le dico a voi. Abbiamo nuove metodologie di lavoro. Non credo nella rivoluzione di uomini ma in inserimenti mirati. L'obiettivo è avere un team veloce in pista e nei processi decisionali».