Maurito micidiale, Perisic prezioso e Medel pennella

6 HANDANOVIC Lo impegnano solo dalla distanza. Non perfetto su un tiro velenoso di Hamsik. Molto meglio sulla botta di Allan.

6 D'AMBROSIO Insigne gli scappa un paio di volte alle spalle, ma è il minimo che si possa concedere.

6,5 MIRANDA Una chiusura su Gabbiadini, poi comanda le operazioni con la solita personalità.

7 MURILLO Una scivolata provvidenziale. Ordinato come tutta la difesa nerazzurra. Muro di gomma.

6 NAGATOMO Solo un errore che crea un potenziale pericolo. Per il resto Callejon gli fa il solletico.

7 BROZOVIC Presidia la fascia con intelligenza e quando si trova davanti a Reina non sbaglia. La sua crescita è continua.

6,5 MEDEL Pennella il lancio del vantaggio. E già questo fa pagella. Solita presenza indispensabile.

7,5 KONDOGBIA Chili e centimetri da 35 milioni. Spacca con un paio di progressioni la partita avviando un'azione spettacolare. Un martello. (dal 23' st BIABIANY sv).

7 PERISIC Come con il Palermo sfiora il gol in tuffo di testa. Tatticamente prezioso perché obbliga sulle sue Hysaj.

6,5 JOVETIC A sorpresa titolare. Carburazione lenta, ma quando cresce lui ne beneficia anche l'Inter: esce palla al piede tra quattro avversari e imbecca il raddoppio. Sfiora anche il gol. (dal 32' st MELO sv).

8 ICARDI Micidiale dopo 4' a castigare Reina. Una palla un gol, tanto per restare in media. Poi si dimostra anche intelligente quando serve l'assist a Brozovic.

All. MANCINI 6,5 Trova subito il vantaggio, ma l'Inter inizia a giocare alla distanza. Troppi lanci e troppo bassa. Poi i nerazzurri diventano anche belli. Contro la seconda forza del campionato... quanti rimpianti.