Mazda Cx-5 fa il pieno di tecnologia

Abitacolo insonorizzato e tutta l'assistenza alla guida. Da 28.150 euro

Cesare Gasparri Zezza

Barcellona Pochi giorni prima dell'ennesimo volo a Barcellona per un test drive, ecco diffondersi la notizia di una «contestazione» che, nata in Catalogna, ha raggiunto le Baleari, con cortei e scritte. In pratica, l'invito ai turisti stranieri ad andare a casa.

Circa 15 minuti in auto dall'aeroporto a Gavà, una zona a Ovest di Barcellona. Ad attenderci, la nuova Mazda Cx-5, il Suv che dal 2012 è stato prodotto in oltre 1,5 milioni di esemplari, e adesso si presenta rinnovato secondo l'evoluzione del Kodo Design, uno dei pilastri della Casa di Hiroshima: slanciato, grintoso e dalle forme filanti; 4.55 metri di lunghezza, 1,68 di altezza e 1,84 di larghezza. Rispetto alla versione precedente, sul nuovo Cx-5 sono state apportate 698 modifiche per raggiungere il Jinba Ittai, il concetto che esprime la fusione tra il cavaliere e il cavallo nell'attimo in cui si scocca la freccia.

Il Cx-5 della prova è l'entry level della gamma: 28.150 euro per un 2.0 benzina con 165 cv, cambio manuale a 6 marce; il colore è il Soul Red Crystal, un rosso esclusivo capace di declinarsi in tante tonalità secondo la luce. Durante la marcia, si apprezza l'ottimo lavoro degli ingegneri per insonorizzazione l'abitacolo. Un brutto pensiero ci assale, viaggiando con targa tedesca, siamo timorosi di quello che potrebbe accaderci una volta arrivati in città. La Spagna è un Paese con 46,5 milioni di abitanti, da un po' di tempo si trova a macinare record su record, nel 2016 i turisti stranieri sono stati 75 milioni e quest'anno punta a superare gli 80. Una benedizione per l'economia. Allunghiamo il test verso la montagna, Begues e Torrelles De Llobregat. Al posto di guida tutto è sotto controllo, i parametri di marcia sono evidenziati nello schermo a colori Tft da 4,6 e nell'head-up display che proietta altri dati sul parabrezza. Tanti sistemi di sicurezza attiva: assistente di corsia, cruise control adattivo e sensore dell'angolo cieco. La strada si inerpica. Una colonna di fumo proveniente dalla vegetazione invade la strada. La velocità scende a 30 km/h; ad amplificare i nostri sensi in allerta c'è il sistema di frenata automatica di emergenza con riconoscimento dei pedoni. Puntiamo la città. Attraverso l'ex villaggio olimpico, strade ampie e ben tenute, eccoci al porto. Tanti turisti «mescolati» con i catalani. Lungo la strada non ci sono cortei o scritte ingiuriose verso i vacanzieri. Che si sia esagerato?

Al parcheggio siamo tra gli ultimi, difficile trovare un «buco» tra le tante Cx-5: dalla 2.0 benzina da 165 cv a quella con 194 cv; le turbodiesel 2.2 con 150 e 175 cv, tutte disponibili con due o quattro ruote motrici.