Mercato e tribunali, variabili nel volley scudetto

Sempre più presto, il volley parte con i playoff. Oggi il via al tabellone maschile con i quarti di finale, Trento campione d'Italia non è più favorita, avendo chiuso la regular season a 12 punti dalla Civitanova del ct Blengini. Anzi, un po' lo è ancora, considerato che ritorna il bulgaro Matej Kaziyski, lo schiacciatore dei 15 trofei in 7 stagioni. Due anni fa, per il budget ridotto, era stato ad Ankara, assieme a Juantorena, ora stella dei marchigiani, in questo campionato era in Giappone, torna di nuovo, per la postseason. La Trentino insegue il 5° scudetto, Civitanova il 4° (negli altri si chiamava Macerata) e nel girone di ritorno ha vinto tutte le partite, arrivando solo una volta al tiebreak. Entrambe sono ai quarti di Champions e possono raggiungere le final four, mentre Modena è uscita a causa degli infortuni di Petric e Piano. E ha il suo fuoriclasse, Ngapeth, che rischia 3 mesi di carcere per avere ferito un controllore di treno, in Francia: aveva già speso la condizionale nel 2013 e nella sentenza del 4 aprile potrebbe essergli negata. Tutte le fasi sono al meglio delle 5 partite, il quadro dei quarti: Civitanova-Latina, Verona-Perugia, Modena-Padova e Trento-Molfetta.Vanni Zagnoli