Mezza vittoria su EquitaliaE Maradona assicura:"Spiegherò a Napolitano"

I legali del fuoriclasse argentino ottengono la cancellazione di quattro cartelle esattoriali, ma solo per 5 milioni di euro sui 40 reclamati dal Fisco italiano

El Pibe, de oro, ne ha buttato via a vagonate. Ma al rapace Fisco italiano Diego Maradona non vuole darla vinta. Si ritiene perseguitat, paladino di tutti gli oppressi di Equitalia, e vuole giocarsi la partita più acre della sua carriera, per la quale non esiterà a usare i colpi più spettacolari. Compresa la richiesta di un incontro con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e con il ministro della Giustizia, per spiegare le sue ragioni.
Maradona ieri ha ottenuto una mezza vittoria, come l'hanno definita i suoi legali. Uno «sconto» di 5 milioni di euro su 40, causa difetti di notifica. La Commissione tributaria provinciale di Napoli ha, infatti, cancellato quattro delle cartelle esattoriali contestate e confermato le ragioni dell'Agenzia delle Entrate relative agli avvisi di accertamenti emessi per gli anni dal 1985 al 1990.
A tre settimane dall'udienza, svoltasi il 17 maggio, i legali dell'ex Pibe de oro hanno reso nota la decisione e annunciano ricorso alla Commissione tributaria d'appello (se necessario anche in Cassazione) per ottenere la cancellazione del debito residuo con il fisco italiano. La somma, all'accertamento del debito, era di 13 miliardi delle vecchie lire, divenuti poi 40 milioni di euro per interessi di mora.
Il fuoriclasse argentino, attraverso i suoi avvocati Angelo Pisani e Angelo Scala, aveva proposto a Equitalia una mediazione: 3,5 milioni vincolati alla creazione di uno sportello di ascolto delle «vittime e i familiari delle vittime del fisco». Proposta respinta dai legali di Equitalia e Agenzie delle Entrate. Si è andati, quindi, alla discussione davanti alla Commissione tributaria provinciale, durante la quale i legali hanno ribadito la loro tesi: le cartelle sono illegittime, addiritturainesistenti, per difetto di notifica. Spiega Pisani: «Maradona vince proprio sulla illegittimità delle notifiche di alcune cartelle che Equitalia voleva ancora ingiustamente addebitargli, il che dimostra come Maradona non avesse mai avuto conoscenza di tali addebiti; altre due cartelle degli anni '90 non sono state cancellate perchè poi notificate tramite avvisi di mora, sui quali la Cassazione aveva escluso la possibilità di difesa».
Dalla sentenza emerge che i giudici partenopei hanno accolto la tesi difensiva sostenuta dalla Direzione Regionale della Campania e dalla Direzione Provinciale I di Napoli e accolto il ricorso di parte limitatamente a quattro cartelle, relative ad atti impositivi emessi dalla Direzione Provinciale Roma 1, aventi ad oggetto tasse ed imposta di registro definiti dallo stesso organo giudicante di «importi modestissimi», per i quali il ricorso è stato accolto per vizi di notifica.
A fine giugno, assicura il legale, Maradona «che è un uomo libero e verso il quale non esiste alcun efficace titolo esecutivo sarà finalmente in Italia per chiedere un colloquio con il presidente della Repubblica e il ministro di Giustizia per spiegare agli italiani il suo calvario con Equitalia. Si continuano a negare giustizia e chiarezza senza che nessuno, compresa addirittura la Commissione tributaria di Napoli abbia avuto mai modo di vedere ed esaminare la documentazione, in realtà inesistente e fantasma, relativa ai presunti accertamenti fiscali su cui si fonda la pretesa di Equitalia».
Commenti

WSINGSING

Mer, 06/06/2012 - 21:01

L'Italia della vergogna. Forse "Il Giornale" avrebbe fatto meglio a non pubblicarlo, quest'articolo. E veniamo al dunque. Non so se la differenza in milioni di euro (incontestabile) sarà mai pagata da Maradona. Di poi, "spiegherò tutto a Napolitano". E ci riuscirà, ed otterrà "il perdono". Anni fa Luciano Pavarotti chiese ed ottenne un incontro personale con l'allora Ministro delle Finanze, credo sia stato Ottaviano Del Turco. Parlò e tutto si chiarì. E Pavarotti uscì vincitore, come uscirà vincitore Maradona dal Quirinale. Di poi un povero Cristo che chiede un appuntamento al capo territoriale di Equitalia, viene allontanato dalle guardie giurate.......

Walter68

Gio, 07/06/2012 - 08:04

Siamo alle solite, pagano solo i poveri disgraziati. Gli evasori che siano calciatori, motociclisti, tenori, imprenditori o politici se la caveranno sempre. Questo soggetto non solo vuole restituire meno di 1/10 di quanto richiesto, ma lo condiziona all'apertura di uno sportello "anti Equitalia". E' vergognoso che il Giornale pubblichi questo articolo facendolo passare come una vittoria dei contribuenti massacrati dal fisco perché si tratta solo del solito Vip a cui tutto viene perdonato. Speriamo debba pagare fino all'ultimo cent. Questi più rubano e più la fanno franca. Si fosse trattato di una persona normale, a quest'ora, gli avrebbero già sequestrato la casa.

cicero08

Gio, 07/06/2012 - 09:07

Beh, mezza vittoria...se la matematica non è un opinione 5 non è certo la metà di quaranta...anche se non sono bruscolini.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 07/06/2012 - 09:11

Cosa pensa che napolitano e´ il monarca assoluto che gli cancella i sui debiti, questo drogadito.Bello esempio da prendere come tutti quelli che si riempiono la bocca di sociale, e poi sono i primi a non pagare tasse.Si facesse aiutare non dal giorgino ma bensi da fidelino il castro che ha castrato milioni di cubani.

giosafat

Gio, 07/06/2012 - 10:45

Intanto appena mette piede in Italia lo si catturi e lo si ingabbi....in attesa di lunghi, moooolto luuuuuunghi accertamenti. Che ce vò? O dobbiamo continuare a farci prendere per il ccccc da siffatti cialtroni.

Ritratto di mekong

mekong

Gio, 07/06/2012 - 11:12

...anch'io vorrei parlare con il "sig" Napolitano per spiegargli perchè non pago il canone (balzello) RAI....( semplicemente da quando c'è il digitale vedo i canali rai a spizzichi e bocconi, continua a saltare il segnale!)e per il quale ho ricevuto una cartella equitalia!!! ma io sono semplicemente un'evasore da 108 euro...povera Italia ridotta a farsi piccola davanti all'ennesimo disonesto pallonaro!!!

bruno49

Gio, 07/06/2012 - 11:36

Pur di istigare la gente velatamente a non pagare le tasse, l'articolista mostra solidarietà per uno straniero che ha evaso le tasse a danno di tutti noi italiani.

gibuizza

Gio, 07/06/2012 - 12:14

Sempre alla faccia che siamo tutti uguali di fronte alla legge! Questo comunistoide da quattro soldi (anche so sono 40 milioni di euro) vuole "spiegare" a Napolitano, allora che tutti gli evasori e tutti quelli che si considerano vessati da Equitalia possano parlare con Napolitano.

elpilagro

Gio, 07/06/2012 - 12:31

Equitalia va sciolta e Befera anch'egli ma nell'acido

Randon

Gio, 07/06/2012 - 13:20

Ma che vuole costui? In Italia ha guadagnato miliardi fregandosene di tutti e tutto, ma se ne stia nel suo paese e non ci venga ad ammorbare l'aria!!! Meriterebbe la galera, altro che voler parlare con Napolitano ! è forse più bello di noi Italiani? Ma guardatelo sto puzzone pieno di droga e di pretese, ma vai al tuo paese e restaci! imbecille.

Randon

Gio, 07/06/2012 - 13:25

"Equitalia va sciolta e Befera anch'egli ma nell'acido" ...così pure il GEC. e tutti quei Comuni che demandano a costoro il pagamento dei propri balzelli !

rokko

Gio, 07/06/2012 - 14:31

I commenti a priori contro Maradona mostrano che ormai per lo più non siamo cittadini, ma sudditi: lo Stato ladro ci chiede gabelle su gabelle, assurde ed ingiuste, e noi a plaudire, beninteso purché la cartella pazza non capiti a noi. Fornisco un minimo di dettagli sulla vicenda, perché pare che a nessuno interessi il merito, ma solo che Maradona sborsi dei soldi. Il fatto risale al 1994 (e già qui, che il fisco perseguiti ancora qualcuno dopo quasi venti anni, nonostante i 5 massimi di prescrizione ...), quando il Napoli Calcio versava una piccola parte dello stipendio a Maradona sotto forma di risarcimento per sfruttarne l'immagine, e pertanto esentasse. La cifra contestata è di circa 6 milioni di euro, diventata 40 con interessi vari da strozzino. Si consideri che non è affatto detto che un eventuale tribunale dia ragione al fisco nel merito; i recenti casi di Luca Laurenti e Ornella Muti lo dimostrano: la richiesta potrebbe anche essere campata per aria come in quei due casi.

rokko

Gio, 07/06/2012 - 14:38

Altri dettagli: il Napoli Calcio versava a Careca ed altri calciatori somme analoghe sotto forma di sfruttamento del diritto di immagine; la differenza rispetto al caso di Maradona è che quelli erano ancora in Italia quando l'atto gli fu notificato e, per evitare rogne, pagarono (senza affrontare i rischi di un processo civile contro il fisco). A Maradona non hanno mai notificato nulla, l'atto lo conosce solo il fisco ... Uno che ha scelto di affrontare il processo è stato Luca Laurenti: il fisco gli ha contestato di non aver pagato l'IRAP ed Equitalia gli ha ipotecato le 4/5 case che ha a Milano, lui ha pagato le somme contestate ed avviato il ricorso, VINCENDOLO (il giudice disse che la richiesta non stava né in cielo né in terra, trattandosi di una persona non di un'impresa). Bene, è passato un anno dalla sentenza e non solo Luca Laurenti non ha ancora visto rimborsate le imposte pagate e non dovute, ma le sue case restano ancora ipotecate. Siamo sicuri che Maradona sia un evasore ?

Amon

Gio, 07/06/2012 - 14:38

che gli vuoi spiegare che te li sei fatti tutti su per il naso quei soldi?? PAGA e sparisci !!!

Amon

Gio, 07/06/2012 - 14:43

come per Valentino Rossi l'evasore anche a quaesto mezzo uomo dico la stessa cosa PAGA e sparisci e ringrazia che berlusconi se non siete in galera ...complici nella distruzione di un paese e LADRI !

rs51

Gio, 07/06/2012 - 16:19

che vada a spiegarsi con Fidel e non si faccia più vedere...

franco.cavola

Gio, 07/06/2012 - 17:45

Dobbiamo vedere anche questa: che Napolitano riceva l'evasore Maradona||||||||||

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 08/06/2012 - 03:25

All'att. dei vari "Dagli al Maradona Evasore" : Ripropongo mio commento 15/05/12 : "A Porta a Porta è stato illustrato come il "presunto" debito di Maradone fosse di 6 milioni lievitati con gli interessi a 40 milioni, alias 3.000 e qualche €urino al giorno d'interessi. Non so chi abbia ragione e premetto che Maradona non mi è proprio simpatico, ma c'è qualcosa di strano in questo dossier, soprattutto il tasso d'interesse Equitaliano da vero strozzinaggio. Altrettanto strano è il nocciolo della questione; la causa era stata sollevata contro 4 persone, Ferlaino, Maradona ed altri 2 giocatori. Sono stati tutti scagionati eccetto Maradona xché non aveva fatto opposizione nei termini previsti ed a nulla è servito il fatto che i giudici tributari sembra abbiano dichiarato l'estraneità di Maradona alle accuse. Mah, se le cose stanno veramente così, c'è abbastanza di che preoccuparsi per come viene gestita la res-publica in Italia. Staremo a vedere" --- Per più ampi dettagli vedi #12-13 rokko

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 08/06/2012 - 11:30

All'att. dei vari "Dagli al Maradona Evasore" : Ripropongo mio commento 15/05/12 : "A Porta a Porta è stato illustrato come il "presunto" debito di Maradone fosse di 6 milioni lievitati con gli interessi a 40 milioni, alias 3.000 e qualche €urino al giorno d'interessi. Non so chi abbia ragione e premetto che Maradona non mi è proprio simpatico, ma c'è qualcosa di strano in questo dossier, soprattutto il tasso d'interesse Equitaliano da vero strozzinaggio. Altrettanto strano è il nocciolo della questione; la causa era stata sollevata contro 4 persone, Ferlaino, Maradona ed altri 2 giocatori. Sono stati tutti scagionati eccetto Maradona xché non aveva fatto opposizione nei termini previsti ed a nulla è servito il fatto che i giudici tributari sembra abbiano dichiarato l'estraneità di Maradona alle accuse. Mah, se le cose stanno veramente così, c'è abbastanza di che preoccuparsi per come viene gestita la res-publica in Italia. Staremo a vedere" --- Per più ampi dettagli vedi #12-13 rokko