Milan-Alessandria vale la finale Che schianto Niang

Una scivolata di M'Baye Niang rovina il buon momento del Milan che stasera (ore 21, Rai 2) contro l'Alessandria vuole staccare il pass per la finale di Coppa Italia. L'incidente non in campo, ma fuori. In macchina, e non è la prima volta. Sabato notte, dopo la vittoria con il Torino, l'attaccante è stato tradito dall'asfalto bagnato e con il suo bolide è andato a sbattere a Legnano, in provincia di Milano. Secondo le ricostruzioni alla guida ci sarebbe stato lo stesso Niang e al suo fianco un'amica. Le certezze sono che il giocatore è risultato negativo all'alcol-test. A tradirlo è stato l'aquaplaning. L'altra cosa certa è che nell'impatto il rossonero ha riportato una lesione capsulo-legamentosa della caviglia sinistra. Starà fuori almeno sei settimane. «Sarò pronto per il finale di stagione con il Milan», anticipa Niang. L'infortunio del francese complica i piani di rincorsa alla Champions. E diventa un'occasione, l'ennesima, per Balotelli, che potrebbe trovare posto al fianco di Bacca. Mihajlovic: «Qualcuno avrà la possibilità di dimostrare coi fatti che può essere titolare. Mi aspetto una grande prestazione, soprattutto da Mario e Jeremy. Quando gli capita l'occasione devono sfruttarla». Miha predica attenzione, dopo l'1-0 dell'andata, contro i grigi, sessanta pullman di tifosi al seguito, e spiega il rapporto con Berlusconi: «Schietto, da uomini. Non si può andare d'accordo su tutto, io lo ascolto, poi faccio le mie scelte. Lo ringrazio perché ha rispettato il mio lavoro e non mi ha imposto quello che non volevo».DPis

Commenti

tiromancino

Mar, 01/03/2016 - 18:09

Qui di certo c'è l'acquaplaning che si crea se corri con l'auto e se hai un bolide e sei un incapace vai a sbattere. Sopra una potenza occorre un'età alta e un corso di guida speciale,a spese proprie. Il Milan dovrebbe multarlo