Milan, arrivate le fidejussioni per Bonucci e Biglia

Depositate presso la banca Ifis le fidejussioni per gli ultimi due acquisti del Milan: Bonucci e Biglia giocheranno regolarmente il quarto turno di Europa League

Nasce e muore in un giorno la polemica relativa alle mancate fidejussioni garantite dalle banche per gli acquisti, da parte del Milan, di Leonardo Bonucci e Lucas Biglia. Le due fidejussioni sono state depositare in giornata presso la Banca Ifis, dunque i due giocatori saranno regolarmente schierati in campo nel quarto turno preliminare di Europa League contro lo Shkendija.

La notizia del deposito delle due fidejussioni arriva a distanza di circa 24 ore, da quando il sito Calcio & Finanza aveva svelato che la società rossonera non aveva ancora trovato un istituto bancario disposto a farsi garante per gli ultimi due innesti alla squadra di Vincenzo Montella. Tra queste banche c'era pure il Banco Popolare di Milano, sponsor dei rossoneri.

Il caso si è risolto grazie all'ok della banca Ifis, un istituto privato fondato negli anni Ottanta. Ma come funziona il meccanismo delle fidejussioni in Serie A?

In pratica, le varie operazioni di mercato si svolgono con la mediazione della cosiddetta "camera di compensazione" della Lega. Per ogni affare, le società devono presentare le relative garanzie economico-finanziarie.

Nel caso del Milan, il regolamento della Lega imponeva che le due fidejussioni andassero depositate entro l'11 agosto pena la mancata esecutività dei contratti e la conseguente caducazione degli effetti del deposito.

Insomma, il casus belli sollevato con così grande virulenza si è sciolto in poche ore: il tempo di trovare un istituto bancario che dicesse "sì" al Milan.