Milan, lungo faccia a faccia tra Montella e Fassone: Roma e Inter decisive

Il Milan ha già perso due partite in campionato e la dirigenza non ha gradito il ko di Genova. Roma e Inter saranno decisive per Montella: spunta il nome di Mazzarri

Il Milan ha perso malamente in campionato contro la Sampdoria, con Vincenzo Montella che è salito subito sul banco degli imputati, sia per le sue scelte di formazione che per il gioco inesistente della sua squadra. I club di via Aldo Rossi, in estate, ha speso 230 milioni di euro sul mercato e al termine del match contro i blucerchiati, l'amministratore delegato Marco Fassone è stato duro nei confronti della squadra ai microfoni di Sky Sport: "L'autostima non arriva da un giorno all'altro, ma con in risultati, la confidenza ci sarebbe dovuta essere, in campo non si è vista e mi auguro arrivi quanto prima. La Samp non credo sia del nostro livello, Giampaolo è stato bravvissimo, ci ha imbrigliato, gli vanno fatti i complimenti, ma il Milan è più forte della Samp e deve approcciare alla partita in modo diverso. Queste sconfitte non devono essere considerate come routine. Il Milan non deve perdere contro avversarie ritenute più deboli di noi, non ci sono alibi, l'atteggiamento deve essere cambiato rapidamente".

Il day after la sconfitta di Genova, la dirigenza del Milan, capitanata proprio da Fassone, ha avuto un lungo faccia a faccia con Montella per cercare di capire i problemi incontrati dalla squadra in questo periodo. I rossoneri, giovedì, giocheranno in Europa League contro i croati del Rijeka e l'obiettivo è di rialzare subito la testa. Domenica, poi, a San Siro ci sarà il difficile test contro la Roma di Eusebio Di Francesco e poi ci sarà la sosta per le nazionali. Alla ripresa, invece, il Diavolo giocherà il derby contro l'Inter di Luciano Spalletti: Montella non potrà steccare contro Roma e Inter per non rischiare di essere esonerato alle metà di ottobre. Secondo quanto riporta Telelombardia Walter Mazzarri è uno dei tanti nomi per la panchina del Milan nel caso in cui dovesse saltare Montella. Ad oggi resta una pista difficile ma l'ex allenatore dell'Inter è un vecchio pallino di Fassone e non è poi così impossibile che possa sostituire l'Aeroplanino, bersagliato dai tifosi rossoneri sul web.