Il Milan mette la freccia: più Cerci di Lavezzi

Per Balotelli nessuna offerta ufficiale. Il granata preferito al Pocho. L'Inter chiude per Medel. Juve: Evra ufficiale

Tra una trattativa mai nata, una bufala e una notizia ufficiale, inizia a prendere forma il calciomercato della squadre italiane. Un mercato con pochi soldi da usare e tante necessità tattiche. Esempio lampante il Milan, che aspetta una vera offerta per Mario Balotelli (la fuga di notizie sull'Arsenal non trova conferme, per ora) nel tentativo di dare slancio alla propria campagna di rafforzamento. Dopo il vertice di domenica sera di Arcore, Adriano Galliani prima di poter tentare l'affondo per l'esterno d'attacco, dovrà trovare la giusta collocazione per Robinho. Oggi dovrebbe esserci l'incontro decisivo con l'agente del brasiliano, Marisa Ramos, anche se le parti sono distanti. Il calciatore ha già il gradimento dell'Orlando City. Il nodo rimane però la buonuscita per la rescissione del contratto con il Milan (Robinho guadagna 2,5 milioni di euro all'anno fino al 2016) e la testardaggine del brasiliano nel volere solo e soltanto il Santos, club nel quale invece dovrebbe essere solo «parcheggiato» per sei mesi prima di approdare in Mls. Sistemata la questione, poi, Galliani virerà sull'esterno d'attacco. Più lontano Ezequiel Lavezzi, nonostante la sua valutazione (circa 20 milioni di euro) non sia così distante da quella di Alessio Cerci, che rimane comunque in cima alla lista dei desideri di Filippo Inzaghi.

Sull'altra sponda del Naviglio ci si prepara ad affrontare Real Madrid, Manchester United e la Roma nella Guinness International Cup negli Stati Uniti. Il ds Ausilio chiuderà oggi per il centrocampista cileno Guy Medel del Cardiff; poi arriverà sicuramente una punta o due, nel caso dovesse partire Icardi accostato al Monaco: i nomi caldi Jovetic, Soldado, Hernandez e Bacca.

In casa Juventus, ufficializzato l'ingaggio di Patrice Evra (è costato due milioni di euro), è a un passo Roberto Pereyra che ieri ha salutato i compagni dell'Udinese. E si pensa ad un difensore di livello. I nomi sul taccuino di Marotta sono quelli di Stefan Savic della Fiorentina e Davide Astori del Cagliari, anche se su quest'ultimo la Lazio è decisamente in vantaggio. Aurelio De Laurentiis twitta «Stiamo lavorando per voi» con tanto di foto che lo ritrae insieme a Bigon e Benitez. Però il Bayern Leverkusen chiude la porta per Kramer: «Giocherà un altro anno al Borussia Moenchengladbach», ha detto Rudi Voeller. E così per il centrocampo del Napoli Lucas Leiva torna l'ipotesi più gettonata.