Milan-Samp finisce 1-1

La sfida per un posto in Europa tra rossoneri e blucerchiati rimandata alla prossima giornata

Un altro passo verso l'Europa per la Sampdoria, mentre il Milan rallenta pur evitando una sconfitta che avrebbe praticamente azzerato ogni speranza. La partita finisce con un 1-1 che non accontenta del tutto nessuno, visto che i liguri assaporavano già il gusto dei tre punti, mentre il Milan sperava di portarsi a -4 dai liguri.

Risultato tutto sommato giusto, meglio la Samp sul piano del gioco, bella la reazione dei padroni di casa dopo la rete di Soriano, fortunoso il gol di De Jong con la decisiva deviazione di Duncan. A San Siro si comincia con il Milan che va in campo con lo stesso 11 schierato a Palermo. Van Ginkel, De Jong e Bonaventura in mezzo, in attacco Cerci-Destro-Menez. Mihajlovic sceglie il 4-2-3-1 con l'ex Mesbah al posto dello squalificato Regini, Palombo e Obiang mediani, poi Eder, Soriano ed Etòo sulla trequarti e Okaka centravanti.

Avvio lento, con un leggero predominio ospite. È la Samp a cercare di fare la partita ed è Eto'o il primo a calciare in porta (blocca Diego Lopez). Milan macchinoso, ma al 15' sul destro di Van Ginkel è bravo Viviano a salvarsi in angolo. Sul corner successivo l'olandese ci prova di nuovo, ma non trova la porta. Eto'o sembra in serata e al 22' ci prova con un destro a girare che finisce largo. Cresce il Milan che nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo (per la Samp un tentativo di Okaka) prova a sfondare con i cross dalla destra e i tiri dalla distanza, ma Destro e Cerci non riescono a sbloccare il risultato. Poche emozioni in un primo tempo in cui Rocchi ha interrotto per un paio di minuti il match per un black-out a una parte dell'impianto di illuminazione.

Ritmi più alti nella ripresa con subito due buone iniziative di Mesbah da una parte e Abate dall'altra (bravi Viviano e Obiang), mentre all'8' Eder, su punizione, impegna Diego Lopez in angolo. Buon momento per la Samp, su una palla persa da Menez, Eto'o riparte, poi nel prosieguo dell'azione inventa uno splendido assist per Soriano che di destro mette dentro: al 13' Samp in vantaggio. Inzaghi toglie Cerci e inserisce Suso, Mihajlovic Soriano e fa entrare Duncan. Proprio quest'ultimo, al 29', respinge sulla linea il colpo di testa di Mexes. Sul successivo corner il Milan pareggia, semi-rovesciata di De Jong che sembra innocua, ma ancora Duncan devia con il ginocchio e spiazza Viviano: 1-1. Poco dopo Destro è costretto a lasciare il campo in barella per un brutto infortunio al ginocchio destro, dentro l'ex Pazzini. Il Milan ci crede. Positivo l'ingresso di Suso che, al 38', colpisce il palo interno con Viviano battuto. I rossoneri cercano nel finale il 2-1 con poca lucidità e tanta voglia, ma il risultato non cambia. Finisce 1-1 e per i rossoneri la rincorsa a un posto in Europa League si fa proibitiva.

Commenti

cicero08

Lun, 13/04/2015 - 08:14

e con la gente di S. Siro che non vuole sentire più storie e non accetta compromessi il futuro non è roseo...