Il Milan soffre ma piega il Chievo 3-2

I gol di Calhanoglu, Cutrone e André Silva hanno permesso al Milan di mandare ko 3-2 il Chievo di Maran. Rossoneri a quota 50 punti, clivensi a quota 25

Il Milan di Gattuso si spaventa molto contro il Chievo Verona di Rolando Maran, va prima in vantaggio con Calhanoglu e poi sotto per via delle reti di Stepinski e Inglese ma la ribalta grazie a Cutrone e André Silva e in pieno recupero fallisce anche un calcio di rigore con Kessie che si fa parare il tiro da Sorrentino. I rossoneri vincono dunque con grande fatica per 3-2 contro un Chievo mai domo e che ha pagato l'inesperienza di alcuni suoi giocatori. Con questo successo il Milan si conferma al sesto posto in solitaria e si porta a meno 3 dalla Lazio di Inzaghi che questa sera giocherà contro il Bologna di Donandoni, i clivensi, invece restano invischiati nelle zone basse della classifica e non riescono a porre fine all'emoraggia di sconfitte degli ultimi mesi.

Il Milan ci mette dieci minuti a passare in vantaggio e lo fa con Calhanoglu che approfitta dell'errata respinta di Sorrentino, sul cross radente di Kessie, e deposita in rete a porta sguarnita. Biglia ci prova da fuori area al 16' ma la sua conclusione è imprecisa e termina alta sopra la traversa. Inglese al 19' viene stoppato da Zapata al momento del tiro da ottima posizione. Depaoli prova un timida rovesciata al 21': debole per impensierire Donnarumma. Al 33' Giaccherini elude benissimo l'intervento di Borini e la mette in mezzo con Stepinski che batte Donnarumma di destro e fa 1-1. Al 34' succede l'incredibile con Inglese che la mete all'incrocio dei pali con un gran gol appena dentro l'area di rigore. Calhonoglu al 36' va al tiro di prima intenzione ma il suo tiro si spegne sull'esterno della rete.

Nella ripresa il Milan parte con il piglio giusto e trova il pareggio con Cutrone al 54': il giovane attaccante rossonero è abile a metterla in rete dopo una corta respinta di Sorrentino sul tiro di Biglia. L'arbitro Mariani convalida dopo aver consultato il Var. Al 67' André Silva svetta sul bel cross di Suso ma la mette fuori. Al 74' Calhanoglu prova il tiro dalla distanza: Sorrentino questa volta respinge bene sull'esterno. All'82' il Milan passa in vantaggio con il gol di André Silva che approfitta del goffo rinvio di testa di Jaroszynski proprio sui suoi piedi e batte Donnarumma. Al 90' Musascchio lancia Calhanoglu che tira ma Tomovic respinge con il braccio: l'arbitro concede il penalty ma Kessie si fa parare il tiro da Sorrentino.