Milan, ufficiale: Gazidis nuovo amministratore delegato del club

Ivan Gazidis è entrato ufficialmente a far parte del cda del Milan e andrà a ricoprire il ruolo di amministratore delegato fino al 30 giugno del 2020

Non è un calciatore ma sarà molto più utile a questo Milan: si tratta del dirigente sudafricano Ivan Gazidis che è entrato a far parte, da oggi, del consiglio d'amministrazione fino al 30 giugno del 2020. I piccoli azionisti si sono detti felici per l'ingresso in società dell'ex dirigente dell'Arsenal: "Siamo contenti della nomina di Gazidis. È segno evidente che la nuova società ha obiettivi importanti da raggiungere a medio-lungo termine". Il 54 di Johannesburg è stato anche nominato amministratore delegato e da oggi inizierà ufficialmente la sua avventura al Milan.

LA SUA STORIA

Gazidis è uno dei dirigenti più stimati e preparati nel mondo del calcio e non solo. All'età di 4 anni si trasferisce dal Sudafrica al Regno Unito, a Manchester, dove si laurea in legge presso l'Università di Oxford nel 1986. Nel 1992 si trasferisce negli Stati Uniti per lavorare con lo studio legale Latham & Watkins e nel 1994 diventa uno dei fondatori della gestione della Major League Soccer, diventando nel 2001 il suo vice commissario. Nel novembre del 2008 diventa Ceo dell'Arsenal dove ci resta per quasi dieci anni prima di passare al Milan

Nuova era

Il Milan ha totalmente cambiato pelle in questi ultimi 20 mesi: dall'addio di uno dei Presidenti più vincenti della storia del calcio come Silvio Berlusconi fino ad arrivare alla disastrosa gestione cinese con Yonghong Li, Fassone e Mirabelli che hanno fallito su tutta la linea. L'ingresso prepotente di Elliott e il cambio radicale di tutto il ramo dirigenziale, l'arrivo in società di Scaroni, Leonardo e Paolo Maldini hanno ridato vigore ad uno dei club più gloriosi al mondo. L'ingaggio di Gazidis è la ciliegina sulla torta dato che il suo ruolo sarà quello di ricoprire il ruolo di amministrato delegat ma con occhio attento per la parte economico-finanziaria.

Modello in stile inglese

L'Arsenal negli ultimi dieci anni non ha vinto molto dato che ha messo in bacheca solo tre Community Shield e tre Coppe d'Inghilterra ma la sua impostazione societaria sarà presa da esempio dato che i fatturati dei Gunners, anche per via dello stadio di proprietà, lo fanno essere uno dei club più virtuosi del mondo. Gazidis andrà a guadagnare circa quattro milioni di euro a stagione e una parte di questa sarà legata alla crescita economica e del brand del club. Il suo ruolo, dunque, sarà quello di provare a riportare stabilmente il Milan in Champions League dato che dalla qualificazione alla coppa dalle grandi orecchie passano grandi guadagni e introiti che serviranno a ridare appeal e risorse alla società rossonera.