Milan, vicino l'accordo con l'Uefa: verso l'addio all'Europa League

Prende corpo lo scenario relativo ad una rinuncia del Milan alla prossima edizione dell’Europa League in cambio di più tempo per raggiungere il break even

Aumentano le indiscrezioni riguardo un accordo in vista tra il Milan e l'Uefa che vedrebbe i rossoneri rinunciare all'Europa League in cambio di più tempo per raggiungere il pareggio di bilancio.

Il possibile scenario riportato dal sito del Corriere della Sera prevederebbe un compromesso, che semplificherebbe notevolemente la complicatissima controversia sul fair play finanziario. Lo scorso 5 giugno la Camera giudicante dell’Uefa ha deciso di sospendere il giudizio sul Milan per le violazioni delle norme del fpf nel triennio 2015-2018 per attendere la decisione del Tas sulle violazioni del triennio precedente. Il Tas però non ha ancora fissato udienze fino al 14 agosto riguardo il caso Milan.

In assenza di un settlement agreement che avrebbe consentito di studiare un piano di rientro, il Milan continua quindi a essere sotto osservazione triennio per triennio: per il '14-'17 si era rivolto al Tas dopo la condanna a 12 milioni di multa e all’esclusione dalle Coppe nel 2021 in caso di mancato pareggio di bilancio, per il '15-'18 è appunto in attesa di giudizio, ma, continuando così, sarà sanzionato di nuovo per il '16-'19 visto che anche nel bilancio in chiusura a giugno non risultano rispettate la regola del pareggio di bilancio. In sostanza, il club rossonero potrebbe essere punito più volte per gli stessi esercizi rischiando a questo punto una somma di sanzioni. Ecco perché potrebbe ritenersi salutare un accordo con l’Uefa, che vada a ricomprendere le violazioni di più trienni.

Il compromesso in fondo non dispiacerebbe neanche ai vertici Uefa, perché consentirebbe di subordinare poi a quell'accordo le decisioni del Tas, che si limiterebbe a ratificare l'accordo e la Camera Giudicante dell'Uefa che si muoverebbe si conseguenza. Con la rinuncia nella prossima stagione all'Europa League il Milan potrebbe quindi mettere la parola fine sulla spirale di sanzioni e avrebbe più tempo per raggiungere il pareggio di bilancio. In Europa a quel punto andrebbe il Torino e la Roma potrebbe essere ammessa direttamente ai gironi, saltando i preliminari. Un lavoro diplomatico in tal senso è partito ed è ancora in corso e sembra poter portare ai risultati sperati in tempi brevissimi.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti

Kupo

Mar, 18/06/2019 - 21:35

Che schifo! ....ma questa cosa e i suoi componenti la possiamo chiamare ancora MILAN? ahime' sono molto lontani i tempi Rivera, Sacchi, i tre Tulipani ecc. ecc.

simone64

Mer, 19/06/2019 - 07:39

Kupo@ semplicemente sono finiti per il Milan i tempi in cui vinceva tutto solo per meriti pecuniari...adesso non bastano più. La mia Juve docet

jaguar

Mer, 19/06/2019 - 09:53

Meglio così, con la campagna acquisti di questa estate, verrebbero subito eliminati.