Milano, la crisi continua: quinto ko di fila

Oscar Eleni

Prigioniero di se stessa, l'Emporio perde la quinta consecutiva in Eurolega, incarta un regalo per gli ultimi, il Galatasaray di Ataman, esce battuto 83-80 dall'Abdi Ipekci, dopo aver rimontato anche il meno 16 all'inizio del terzo quarto, dopo aver subito troppo (21-15, 43-32) con 1 su 9 da 3 iniziale e con banalissime palle perse. Milano non guarisce, questa volta viene punita da un'avversaria che ha trovato la matta nell'ex canturino Micov (23), nei colpi decisivi del Koksal che ha rubato palla al solito Hickman svagato e segnato poi da 3 punti quando 2 triple di Simon avevano riaperto la partita.

Una partitaccia: 15 palle perse, 7 di sciagura Kalnietis, che stava per essere riaperta nella serata dove Sanders (18) ha ritrovato il canestro, sbagliando, però, il tiro decisivo a 3'' dalla fine sull'81-80. Purtroppo per Repesa questi depressi in maglia Armani non danno il buonumore come quello di Fiorello. 12 punti del Raduljica che si è mangiato la dote stoppato alla fine da Tyus, 13 di Hickman che però in difesa non vede e non sente, i 15 tardivi di Simon, anche lui vuoto all'avvio. Il futuro sarà durissimo: Brindisi al Forum e in Eurolega il 21 contro il Panathinaikos dell'ex capitano Gentile, seguendo le strade del padre dopo quasi vent'anni, anche se Ale potrà giocare coi greci solo dal girone di ritorno, il 23 trasferta a Barcellona. Non ci sarebbe tempo per piangersi addosso, ma certo in questa voragine di depressione si annunciano feste tragiche.