Minisini bis Secondo bronzo dal sincro misto

Il sincronetto d'Italia concede il bis mondiale di bronzo. Giorgio Minisini cambia la partner ma non il risultato e «siamo dei kamikaze» dice. Se nel tecnico del duo misto era salito sul gradino più basso del podio, ieri si è ripetuto con Mariangela Perrupato nel libero. Dietro ancora a Russia e Stati Uniti con il leggendario Bill May, che stavolta si scambiano i gradini con la vittoria a sorpresa dei padroni di casa. Un'impresa con quel Dream On che ha ispirato la coppia azzurra. L'hanno sognato, ma soprattutto ci hanno creduto perché ripetersi non era facile soprattutto perché in acqua sono scesi anche i grandi. Ma alla fine ha pagato il lavoro e adesso non ci sono limiti. Se a Rio il sincro misto non ci sarà, qualcosa potrebbe succedere per il 2020.

Se Minisini a suo modo ha fatto la storia, Tania Cagnotto è già nella leggenda e oggi si tufferà nel trampolino da 3m, questa sì specialità olimpica. Lo farà per la prima volta da campionessa del mondo da un metro: l'obiettivo è superare senza soffrire eliminatorie e semifinale, per poi giocarsi le medaglie domani. «Speriamo che continui così questa fortuna buona…» dice Tania con un sorriso largo così. Quello stampato anche sui volti delle ragazze del Setterosa che battendo 15-6 il Brasile si sono qualificate ai quarti.