"Il mio primo derby". Da Ronaldo a Ibra. I bomber all'esordio

Domani sera il derby della Madonnina. Vent'anni di Inter-Milan nei piedi d'oro dei loro fuoriclasse. Il Fenomeno e Zlatan unici in gol con entrambe le maglie

Stevan Jovetic, Luiz Adriano, Carlos Bacca. E mettiamoci anche Ivan Perisic. Escluso il giovane-veterano Mauro Icardi, il derby di Milano vedrà protagonisti quattro attaccanti al debutto assoluto nella stracittadina milanese. Ed è lecito per ognuno di loro sognare un esordio con gol. Negli ultimi 20 anni, infatti, sono stati 10 gli attaccanti in grado di andare a bersaglio al loro primo derby di Milano in campionato. Due di loro, addirittura, sono riusciti a segnare alla "prima" contro i cugini con entrambe le squadre. Il primo fu Ronaldo, il fenomeno brasiliano, che punì il Milan con la maglia dell'Inter il 22 novembre 1997 (rigore nel 2-2 finale) e fece soffrire temporaneamente i suoi ex tifosi con la maglia rossonera, siglando il gol del momentaneo 1-0 nel derby dell'11 marzo 2007, poi terminato 2-1 per i nerazzurri. L'altro campione capace di tale impresa è stato uno dei desideri di mercato (di entrambe) nell'ultima sessione estiva: lo svedese Zlatan Ibrahimovic, a segno in totale sei volte nel derby rossonerazzurro, andò in rete nel 3-4 Inter del 28 ottobre 2006 e, stavolta con la casacca rossonera, nell'1-0 Milan del 14 novembre 2010 (rigore decisivo).

Da Sukur a Comandini, "eroi" quasi per caso Dal primo gol di Marco Branca del 10 marzo 1996 alla rete di Jeremy Menez dello scorso 23 novembre, passando per gli Shevchenko e Inzaghi rossoneri e per i Milito e Pandev (andata e ritorno) della mitica stagione mourinhana, il "ballo dei debuttanti" ha visto sorridere nel recente passato anche alcuni protagonisti inattesi. Il turco Hakan Sukur, ad esempio, mise la firma in un 2-2 del gennaio 2001. Ancor più clamorosa fu l'indimenticata doppietta di Gianni Comandini, in quello che resta il suo unico derby giocato (roboante 0-6 finale per il Milan). La data è storica: 11 maggio 2001, la vittoria con più ampio scarto registrata in una stracittadina di Milano in campionato.

Il flop è dietro l'angolo, da Weah a Pazzini Non per tutti, ovviamente, il primo derby è stato memorabile. Luiz Adriano e Bacca da una parte, Jovetic e Perisic dall'altra, vorranno evitare le deludenti prestazioni offerte da alcuni grandi attaccanti dell'ultimo ventennio. George Weah, Patrick Kluivert, ma anche Christian Vieri, Alberto Gilardino e per ultimo Giampaolo Pazzini, fallirono l'appuntamento al debutto. E pur alimentando alla vigilia grandi speranze. E pensare che a volte basta un gol contro lo storico rivale per entrare a tempo indeterminato nel cuore dei propri tifosi; in altre circostanze, invece, un'occasione sprecata, magari in un momento decisivo di un derby, può provocare eterni sfottò o perpetui fischi. E non sempre, a maggior ragione in un periodo temporale di calciomercato tanto vorticoso quanto esagerato, arriva la possibilità di farsi perdonare.