Mondiale 2018, la Francia vince all'esordio: Australia ko 2-1. Pari Argentina

I gol di Griezmann e Pogba hanno risolto la partita in favore della Francia e mandato ko 2-1 l'Australia. Nel girone D l'Argentina di Messi non va oltre l'1-1 contro l'Islanda. La Pulce sull'1-1 si fa parare il rigore decisivo da Halldorsson. La Danimarca stende 1-0 il Perù con Poulsen. La Croazia regola 2-0 la Nigeria e vola in vetta al gruppo D

La Francia di Didier Deschamps non è brillante all'esordio contro l'Australia del ct van Marwijk .ma alla fine riesce a vincere la partita d'esordio. Finisce 2-1 per i Galletti alla Kazan Arena frutto delle reti di Antoine Griezmann, su rigore al 58', e di Pogba al minuto 81'. Di Jedinak, al 63', il gol del momentaneo pareggio dell'Australia. La partita è stata equilibrata con la Francia che è sembrata un po' troppo imballata soprattutto nel primo tempo quando uno strepitoso Lloris ha dovuto salvare tutto sul goffo tentativo di autorete di Tolisso. Nella ripresa i due calci di rigore hanno dato un po' di brio ad una partita bloccata e per niente spettacolare risolta poi da un colpo fortunoso di Pogba. Con questa vittoria la Francia sale a quota 3 punti, Australia ferma a zero. Alle 18 ci sarà la sfida tra Perù e Danimarca che chiuderà la prima giornata del gruppo C.

Nel primo tempo la Francia prova a farsi subito intraprendente ma non riesce a sfondare il muro eretto dagli austrliani. al 17' Tolisso per poco non segna un clamoroso autogol mentre sul finire del primo tempo, al 45', Behich per poco non trova il bersaglio grosso. Nella ripresa Risdon, al 57', ferma alla disperata Griezmann lanciato a rete e l'arbitro concede il rigore dopo aver consultato il Var. Passano nemmeno cinque minuti ed Umtiti commette fallo da rigore: il direttore di gara non ha dubbi e concede il calcio di rigore. Dal dischetto Jedinak sigla il pareggio. All'81' la Francia, però, passa in vantaggio con il gol di Pogba fortunato dopo aver vinto un rimpallo con Behich.

Solo un pari tra Argentina e Islanda

Alle ore 15 esordio al Mondiale anche per l'Argentina di Jorge Sampaoli che non è riuscita ad andare oltre l'1-1 contro la ben organizzata Islanda. Aguero sblocca la sfida al 19', ma Finnbogason la pareggia solo quattro minuti dopo. Nella ripresa l'arbitro concede il rigore all'Albiceleste per fallo su Meza ma Lionel Messi si fa ipnotizzare dal numero uno islandese che respinge il tiro dell'asso del Barcellona. Continua la maledizione Mondiale per la Pulce. L'Albiceleste si porta così a quota un punto, come l'Islanda e attende di conoscere l'esito del match che si giocherà alle ore 21 tra la Nigeria, campione in carica della Coppa d'Africa, e la talentuosa Croazia.

Nel primo tempo l'Argentina va vicina al gol con Otamendi e Tagliafico nei primi dieci minuti di gioco, mentre all'11 Finnbogason e Bjarnason per pochissimo non portano in vantaggio lIslanda. Messi viene disinnescato dal portiere islandese al 17 ma l'Albiceleste passa al 19 con Aguero che controlla bene e con il destro non lascia scampo a Halldorsson. Al 23, però, l'Islanda pareggia con Finnbogason che è il più lesto a ribadire in rete dopo la pessima uscita di Caballero. Sul finire del primo tempo Caballero prima salva tutto su Sigurdsson, al 45' e lo stesso Sigurdsson in pieno recupero non trova per poco il bersaglio grosso. Nella ripresa l'arbitro concede un rigore all'Argentina per fallo su Magnusson su Meza. Messi però si fa parare il penalty dal numero uno dell'Islanda. All' 81 il tiro di Messi sibila alla destra di Halldorsson che all'86 compie un miracolo sul tiro-cross di Pavon. Messi al 92' va ancora vicino al gol ma il suo destro termina alto.

Danimarca piega il Perù

Alle 18, il Perù di Garica, ha dominato in lungo e in largo contro la Danimarca del ct Hareide. I danesi hanno sofferto ma alla fine hanno vinto la partita grazie alla rete di bomber Poulsen. I peruviano possono recriminare per le tante azioni da rete sprecate soprattutto nel primo tempo visto che Cueva ha anche fallito un calcio di rigore, spedendolo alle stelle, alla fine della prima frazione. Nella ripresa è sempre il Perù a fare la partita ma è Poulsen a deciderla per la Danimarca grazie a Poulsen, attaccante del Lipsia, che segna al 59'. I peruviani continuano ad attaccare fino alla fine ma la sfortuna, l'imprecisione e la bravura di Schmeichel blindano un successo prezioso per i danesi che agganciano la Francia in testa a quota tre punti nel girone C, Perù a zero punti come l'Australia.

La Croazia doma la Nigeria

Croazia-Nigeria è stata la partita che ha chiuso la terza giornata del Mondiale in Russia. La nazionale di Dalic ha piegato per due a zero la resistenza della nazionale africana guidata da Rohr, frutto dell'autorete di Etebo, nel primo tempo, e del raddoppio di Luka Modric, nella ripresa, su rigore per fallo di Trost Ekong su Mandzukic. La partita è stata equilibrata per la prima mezz'ora ma l'autorete della Nigeria ha poi messo in discesa la partita ai croati che non hanno rischiato quasi niente e hanno trovato il raddoppio a venti minuti dalla fine grazie al penalty concesso dal direttore di gara per fallo sull'attaccante della Juventus Mandzukic. Con questo successo la Croazia si porta in vetta al gruppo D con tre punti, Islanda e Argentina a quota uno, ultima la Nigeria a zero punti.

Commenti

MOSTARDELLIS

Sab, 16/06/2018 - 23:44

La partita alla Francia l'ha regalata l'arbitro, il rigore non c'era. Ha pure fatto finta di guardare il var, ma aveva già deciso. Siamo alle solite ingiustizie in campo.