Mondiale stellare con Ribery, Lippi e Ronaldinho

A forza di essere bollato come torneo inutile, questa volta il Mondiale per Club rischia davvero di diventare un'attrazione importante. I nomi ci sono tutti nell'inedita cornice di Marrakech, preferita a Dubai e Yokohama. Si parte oggi (ore 20.30) con lo spareggio tra Raja Casablanca e i neozelandesi di Auckland e si chiude il 21 con le finali. Nei quarti entrerà in scena Marcello Lippi con l'Evergrande e se tutto andrà bene in semifinale affronterà il Bayern di Guardiola. I tedeschi sono orfani di Robben (lacerazione al ginocchio destro), ma atterreranno in Marocco con le armi pesanti. A partire da Franck Ribery, che riceverà il Pallone d'argento di France Football. L'oro, è il segreto di pulcinella, è nelle mani di Cristiano Ronaldo. Messi si dovrà accontentare questa volta del bronzo (per una questione di fette della torta da dividere tra Nike e Adidas). Dalle parti della caleidoscopica piazza Jemaa El Fna vanno però a ruba le magliette di un ex Pallone d'Oro, Ronaldinho, che guiderà l'Atletico Mineiro alla conquista del titolo. L'ex milanista vuole diventare la stella del torneo per convincere il ct Scolari a fargli disputare il terzo mondiale. Completano il lotto gli egiziani dell'Al Ahly e i messicani del Monterrey.