Mondiali 2018, vincono Brasile, Nigeria e Svizzera

Le reti di Coutinho e Neymar, al 91' e 97', hanno permesso al Brasile di mandare al tappeto l'ostica Costa Rica. Verdeoro a quota quattro punti nel girone E, costaricensi eliminati. La Nigeria batte 2-0 l'Islanda con la doppietta di Musa e vola al secondo posto nel gruppo D. La sfida delle 20 Serbia-Svizzera è stata vinta dagli elvetici per 2-1 frutto delle reti di Xhaka e Shaqiri che hanno rimontato la rete di Mitrovic

Il Brasile di Tite vede le streghe contro la Costa Rica ma alla fine deve ringraziare Coutinho che regala una vittoria fondamentale ai verdeoro al minuto 91'. I carioca, infatti, dopo l'1-1 della prima sfida contro la Svizzera hanno piegato la resistenza della modesta Costa Rica solo nel tempo di recupero grazie ai gol di Coutinho, su assist di Gabriel Jesus e di Neymar al 97'. A dire il vero il Brasile ha avuto divese chance per vincere la partita con gli avversari che sono rimasti incollati alla partita solo grazie alle grandissime parate di Keylor Navas che ha compiuto più di un intervento nell'arco degli oltre novanta minuti di gioco. Con questa vittoria il Brasile sale a quota quattro punti, a più uno sulla Serbia e a più tre sulla Svizzera. Alle 20, però, ci sarà proprio il match Serbia-Svizzera e in caso di vittoria i serbi volerebbero agli ottavi di finale, mentre al Brasile mancherebbe solo un punto. Eliminata la Costa Rica che esce comuqne a testa alta.

Nel primo tempo è subito il Brasile a partire forte ma la Costa Rica è impenetrabile in difesa. Al 14' sono i costaricensi ad andare vicini al gol con Borges che da ottima posizione la manda a fil di palo. Al 27' segna Gabriel Jesus ma l'arbitro annulla per fuorigioco, mentre un minuto dopo è Neymar ad avere la grossa chance per segnare ma Navas gli chiude lo specchio. Marcelo al 29' di sinistro e Coutinho al 30' con un destro a giro dei suoi mettono paura a Navas ma si resta sullo 0-0. Oviedo salva su Neymar al 32' e al 42' è ancora Marcelo a provarci con un sinistro dei suoi che non trova impreparato il portiere e suo compagno nel Real Madrid.

Nella ripresa Paulinho va vicino al gol del vantaggio al 49', mentre un minuto dopo Gabriel Jesus colpisce la traversa con un bel colpo di testa. Neymar al 57' trova la grande parata di Navas, mentre al 59' è Coutinho ad impegnare ancora una volta il portiere della Costa Rica che blocca in presa sicura. Minuto 64' è ancora Neymar a provarci con il sinistro ma Navas blocca in due tempi. Casemiro di testa al 71' chiama alla parata Navas, mentre Neymar al 73' si divora il vantaggio calciando fuori da ottima posizione. Al 78' Neymar v va giù in area di rigore della Costa Rica e l'arbitro concede il rigore: il Var però richiama la sua attenzione e viene tolto per simulazione. Al 91', però, ci pensa Coutinho a togliere le castagne dal fuoco a Tite con un bel gol su assist di Gabriel Jesus. Al 97', è Neymar a segnare il suo primo gol al Mondiale su assist dello scatenato Douglas Costa.

La Nigeria batte 2-0 l'Islanda e vola al secondo posto nel gruppo D

La Nigeria di Rohr sonnecchia il primo tempo contro l'Islanda ma alla fine con un secondo tempo convincente riesce a vincere la partita. Ahmed Musa è il grande mattatore dell'incontro con una bella doppietta siglata al 49' e al 75'. Gli islandesi si sono spenti subito dopo il primo gol nigeriano e non sono riusciti a reagire minimamente. La chance per rientrare in partita ci sarebbe anche stata ma Sigurdsson all'83' ha spedito alto un rigore concesso con il Var per fallo di Ebuehi su Finnbogason e non visto dall'arbitro. Con questo successo la Nigeria sale a quota tre punti e si lascia alle spalle Argentina e Islanda fermi a quota uno. Nell'ultimo turno gli africani giocheranno contro Messi e compagni, mentre gli islandesi se la vedranno contro la gà qualificata Croazia di Dalic.

Primo tempo privo di emozioni e di sussulti alla Volgograd Arena tra Nigeria e Islanda. Al 3' Sigurdsson impegna su punizione Uzoho e al 6' sempre Gylfi Sigurdsson chiama ancora all'intervento il portiere biancoverde con un tiro troppo centrale. I minuti passano ma le occasioni da rete non ci sono e al 45' Finnbogason la mette di poco a lato di testa. Come lui, in pieno recupero, Bodvarsson prova ad incrociare di testa ma la sfera esce alla destra di Uzoho. Nella ripresa la Nigeria passa inaspettatamente in vantaggio con il gran gol di Musa su assist di Moses. Al 57' Ndidi sfiora il raddoppio con un grandissimo tiro dalla distanza: Halldorsson la mette in angolo. Balogun svetta di testa al 72' ma la mette alta sopra la traversa mentre Musa al 74' colpisce la traversa. Passa un minuto e ancora Musa raddoppia con una bella azione di contropiede, salta Halldorsson e deposita in rete. Minuto 80' contatto Ebuehi-Finnbogason, l'arbitro lascia correre ma il Var gli fa cambiare idea. Dal dischetto Sigurdsson la manda alta. Skulason impegna Uzoho all'88' ma il risultato non cambia: finisce 2-0 per la Nigeria.

Serbia e Svizzera non si fanno male

La Svizzera di Vladimir Petkovic vince per 2-1 in rimonta contro la Serbia nella sfida delle 20 giocata al Kaliningrad Stadium. Al gol di Mitrovic, nel primo tempo, hanno risposto Xhaka ad inizio ripresa e Shaqiri al novantesimo. La partita è stata equilibrata dal primo all'ultimo minuto con le due nazionali che hanno avuto diverse chance per vincere la partita, anche se gli elvetici nel finale hanno dimostrato di essere in condizioni fisiche migliori rispetto agli avversari. La Svizzera sale così a quota quattro punti come il Brasile di Tite e l'ultima giornata sarà decisiva dato che la Serbia di punti ne ha tre. Nell'ultima giornata i verdeoro affronteranno i serbi, mentre gli elvetici se la vedranno contro la già eliminata Costa Rica. Al momento le favorite sembrano proprio la nazionale di Petkovic e quella di Tite.

La Serbia passa subito in vantaggio al primo affondo nel primo tempo, al 6', con Mitrovic che di testa beffa tutti e non lascia scampo a Sommer. In precedenza sempre Mitrovic aveva impegnato il portiere svizzero. La Svizzera tenta una reazione con Shaqiri ma dall'altra parte sempre Mitrovic e Tadic tengono in ansia gli elvetici. Stojkovic para su Dzemaili al 30' e nell'ultimo quarto d'ora non succede niente di particolare e si va al riposo sul punteggio di 1-0 per la Serbia. Nella ripresa Mitrovic va ancora vicino al gol di testa al 52', mentre un minuto dopo è Xhaka a segnare il gol del pareggio con una gran botta dalle retrovie che non lascia scampo a Stojkovic. Shaqiri va al tiro di sinistro al 57' con la Serbia che nel finale di partita è sulle gambe. La Svizzera completa la rimonta al 90' proprio con Shaqiri che batte ancora Stojkovic con un contropiede letale.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Ven, 22/06/2018 - 16:36

quanto guadagna sto neymar???? milioni di euro per cosa?? per 2 passaggi che pure mio nipote sa fare???giocatore inutile. pompato fino alle stelle per nulla.

giovanni951

Ven, 22/06/2018 - 16:56

il Brasile PIEGA il Costa Rica. Un titolo semplicemento ridicolo

pensaepoiagisci

Ven, 22/06/2018 - 21:25

IL PIU' GRANDE GIOCATRORE DI TUTTI I TEMPI..CIOE' MESSI..BATTERA' LA NIGERIA..E L'ISLANDA AL MASSIMO PAREGGERA' CONTRO LA CROAZIA..QUINDI PASSERA' L' ARGENTINA..CHE POI VINCERA' IL MONDIALE CON IL GRANDISSIMO MESSI CHE SARA' CAPOCANNONIERE DEI MONDIALI..PECCATO COMUNQUE CHE L'ITALIA NON CI SIA..IO GUARDO SOLO MESSI ..IL RESTO NON MI INTERESSA !!

Ritratto di PICONE43

PICONE43

Ven, 22/06/2018 - 22:04

IN RUSSIA TRIONFA IL GIOCO ALL'ITALIANA: TUTTI IN DIFESA E CONTROPIEDE VINCENTE! Svizzera, Croazia, Islanda, Serbia ecc. Se Ventura avesse capito come giocare.........