Mondiali 2018, Burger King choc: "Ricompensa alle donne che si faranno mettere incinta"

Burger King ha fatto infuriare le donne e non solo per via di una trovata pubblicitaria subito cancellata. La famosa catena di fast food ha subito chiesto scusa: "Ci scusiamo per la nostra dichiarazione, che si è rivelata troppo offensiva"

Burger King, famosissima catena di fast food, è scivolato su una buccia di banana con una campagna pubblicitaria sessista e subita cancellata. In un video pubblicato sul web, infatti, è stato lanciato uno slogan inquietante riferito alle donne russe: "Come parte della sua campagna di responsabilità sociale, Burger King offre una ricompensa alle donne che riusciranno a farsi mettere incinte delle stelle del calcio". Gli utenti sui social si sono subito scatenati attaccando Burger King per questa assurda trovata pubblicitaria ritenuta altamente offensiva nei confronti delle donne.

Il messaggio poi continuava con toni ancora più incredibili: "Ogni donna riceverà tre milioni di rubli e una scorta di hamburger Whopper a vita", proseguiva il messaggio. Il post si chiudeva con l'annuncio: "Avanti, crediamo in te!". Naturalmente questa assurda campagna pubblicitaria è stata annullata con Burger King che ha immediatamente chiesto scusa per questa caduta di stile: "Ci scusiamo per la nostra dichiarazione, che si è rivelata troppo offensiva".

Commenti

Divoll

Ven, 22/06/2018 - 19:17

Dichiarazione offensiva?! Questi hanno tentato di convincere le donne a prostituirsi per mettere al mondo dei mulatti. L'impero delle elite globaliste ha colpito ancora. Per fortuna, gli e' andata male, ma al posto del governo russo ora provvederei a mandarli via dal Paese.