Mondiali 2018, Golovin perde la pazienza: "Ti vuole la Juve". E lui abbandona lo studio

Golovin è stato assoluto protagonista nella sfida vinta dalla Russia contro l'Arabia Saudita. Il giovane calciatore a fine partite, intervistato dalla tv nazionale russa, ha abbandonato la postazione quando il conduttore gli ha chiesto del suo futuro e dell'interesse di Milan e Juventus

Aleksandr Golovin è uno dei calciatori russi più talentuosi in circolazione e ieri, contro l'Arabia Saudita, ha dato una grande dimostrazione delle sue qualità. Il 22enne del Cska Mosca, infatti, non solo ha fornito due assist vincenti ai compagni ma ha messo anche il suo sigillo finale con un calcio di punizione magistrale che non ha lasciato scampo al portiere saudita. Golovin è appetito da tanti club europei e in Italia piace e non poco al Milan ma soprattutto alla Juventus di Allegri che ha già preso contatti con l'entourage del calciatore e con la società russa che perà pretende una cifra molto alta e il Mondiale potrebbe far lievitare ancora la sua valutazione.

Golovin, però, ha anche un carattere molto forte e fine partita intervistato dai media russi e in diretta televisiva al primo canale della televisione nazionale ha deciso di abbandonare la postazione all'ennesima domanda sul suo futuro e sull'interesse di Milan e Juventus. Il classe '96 all'ennesima domanda di mercato, infatti, si è tolto gli auricolari e se n'è andato lasciando tutti di stucco. L’ex calciatore russo della Fiorentina Kanchelskis ha però stroncato Golovin definendolo solo un buon prospetto: “Aleksandr è un buon giocatore ma credo che al massimo sia a livello di una squadra da media classifica di Serie A”.