Mondiali 2018, l'Argentina stecca ancora: qualificazione a rischio

L'Argentina di Icardi e Dybala non va oltre lo 0-0 contro l'Uruguay e compromette la sua qualificazione al Mondiale. Martedì notte contro il Venezuela è vietato sbagliare

L'Argentina di Paulo Dybala e Mauro Icardi non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 contro l'Uruguay di Edinson Cavani. La Celeste, nonostante sia inferiore sulla carta a livello di nomi e nonostante l'assenza per infortunio del suo uomo di punta Luis Suarez, ha giocato molto meglio dell'Albiceleste di Sampaoli che non è riuscita a sfondare nonostante i tanti fuoriclasse in attacco. L'Argentina, però, deve ringraziare il Paraguay che ha battuto il Cile e il Venezuela che ha costretto al pareggio la Colombia.

Il Brasile di Tite, ormai già qualificato a Russia 2018, ha vinto ancora per 2-0 contro l'Ecuador grazie alle reti di Coutinho e Paulinho. A tre giornate dalla fine delle qualificazioni ai Mondiali l'Argentina dunque rischia di rimarenere fuori visto che al si trova al quarto posto in coabitazione con il Cile di Vidal, a meno uno dall'Uruguay terzo e a meno due dalla Colombia seconda in classifica. Il prossimo turno, martedì notte, vedrà impegnata l'Argentina in casa contro il Venezuela, mentre la Colombia ospiterà il Brasile, il Cile giocherà in Bolivia e il Paraguay ospiterà l'Uruguay. La nazionale di Sampaoli, però, dovrà darsi una svegliata e vincere tutte e tre le ultime partite rimaste per non rischiare di rimanere esclusa dal mondiale 2018 o di dover andare allo spareggio nel caso ottenesse il quarto posto.

Commenti

frabelli1

Ven, 01/09/2017 - 12:07

Quindi non era la mancanza di Icardi che l'Argenyina prima non andava bene, o la presenza di Higuain.

cgf

Ven, 01/09/2017 - 12:28

maradona aveva ragione, Mauro Icardi NON deve giocare in Nazionale, porta dissidi nello spogliatoio, non ho scommesso perché non è mia abitudine farlo, ma avrei voluto.