Mondiali 2018, Sergio Ramos minacciato di morte per il fallo su Salah

Sergio Ramos, difensore del Real Madrid, è stato minacciato di morte per via del fallo commesso su Salah durante la finale di Champions. Il capitano della Spagna ha anche dovuto cambiare numero di telefono

Non c'è pace per Sergio Ramos, capitano di Real Madrid e Spagna. Il difensore 32enne, infatti, in finale di Champions League ha commesso un fallo di gioco duro nei confronti di Mohamed Salah che ha riportato la peggio ed è stato costretto ad uscire dopo solo mezz'ora di gioco. L'egiziano per via del brutto infortunio subito alla spalla rischia ora di saltare il Mondiale in Russia e questa notizia ha gettato nello sgomento un'intera nazione che se l'è presa con Sergio Ramos, reo di aver fatto male di proposito all'ex Roma, Chelsea e Fiorentina.

In Egitto hanno intentato cause legali e richieste più svariate di risarcimento danni nei confronti di Sergio Ramos che ha dovuto subire anche l'odio social da parte di tanti tifosi egiziani e non. Secondo quanto riportano Cadena Cope e Marca, infatti, il difensore del Real Madrid ha subito diverse minacce telefoniche di morte ed è stato anche costretto a cambiare il numero di cellulare. Sergio Ramos avrebbe subito minacce personali ma anche familiari che hanno un po' spaventato il capitano del Real Madrid il quale si è anche rivolto alle forze dell'ordine per indagare su chi siano stati gli autori di tali telefonate. Il classe '86, purtroppo, è stato molestato anche sul web durante la pubblicità, sui suoi profili social, della canzone della nazionale spagnola: tanti insulti in arabo nei commenti e richieste di squalifica che ora stanno iniziando ad essere pesanti ed esagerati.