Mondiali, flop di Messi? Cosa dice la sua firma

L’originalità della firma, posta su due piani distinti tra nome e cognome, ci fa capire la sua personalità

Nessuno può mettere in discussione il talento del giocatore argentino, come pure l’efficacia e la sua bravura. Ciò che andiamo ad analizzare attraverso la scrittura e la firma è il suo mondo emozionale, vale a dire come egli viva con empatia la sua professione, perché di professione si vuol parlare. Egli tende ad analizzare ogni cosa, possiede una sensibilità non comune che se da un lato è a favore del suo spirito di socializzazione che lo porta a essere punto di riferimento per i compagni, dall’altro potrebbe andare incontro a momenti di calo d’umore che lo porterebbero a chiudersi in sé stesso. L’originalità della firma, posta su due piani distinti tra nome e cognome, ci fa capire quanto il cognome Messi, cioè il casato da cui egli proviene, l’abbia supportato per diventare il campione che è. Tuttavia, il nome Leo, posto sotto la barra, indica una profonda timidezza che potrebbe inficiare, in certi momenti, la sua produttività costante. È chiaro che sensibilità ed emotività giochino a volte un ruolo fondamentale che potrebbe interferire sulla resa. Speriamo che ciò non accada in questi mondiali di Russia.

Commenti
Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 23/06/2018 - 19:28

E fatti una coca cola!