Montella: "Juve arrabbiata? Meglio". Allegri: "Vogliamo passare il turno"

Domani sera la Juventus di Allegri e il Milan di Montella si giocheranno il passaggio del turno nei quarti di finale di Coppa Italia

Domani sera alle ore 20:45, allo Juventus Stadium, la squadra di Massimiliano Allegri ospiterà il Milan di Vincenzo Montella nei quarti di finale di Coppa Italia e sarà l'atto terzo di questa stagione. Nelle prime due circostanze, in campionato in Supercoppa Italiana, hanno avuto la meglio i rossoneri: domani sarà una sfida fondamentale per entrambe visto c'è in palio l'accesso alle semifinali dove si affronterà poi la vincente di Napoli-Fiorentina che si sfideranno questa sera al San Paolo.

Montella, in conferenza stampa, ha presentato la sfida contro la Juventus ed ha toccato diversi argomenti tra cui Niang, Deulofeu: "Juventus arrabbiata? Mi auguro che lo siano, perchè quando si è arrabbiati si gioca con meno lucidità. Ma sono talmente esperti, che ci credo poco. Noi ce la giocheremo, è una sfida stimolante. Noi in una piccola crisi di risultati? Ci sono anche gli avversari, sono numeri impietosi. Partono da lontano, secondo me. Posso dire che se noi dovessimo vincere a Udine, avremmo un punto in più di quanto fatto all'andata. Niang? La società sta valutando con il ragazzo altre opportunità. Proprio per questo domani non sarà convocato, lui è sempre stato dentro il cerchio. Alcune volte al limite, se dovesse rimanere avrà sempre la mia considerazione. Sono ore e giorni decisivi. Comportamenti al limite? Ho sempre detto che è stato disponibile, sta provando a crescere per ottimizzare il talento che ha. Deulofeu? Lo seguo da tanti anni, ha un talento infinito. Non l'ha espresso pienamente, devo capre come mai. E' un giocatore molto forte, noi abbiamo voglia di farlo giocare. L'impatto è stato ottimo, ha voglia di mettersi in mostra. Vediamo il transfer, lo portiamo con noi".

Anche Allegri ha presentato il match contro il Milan: il tecnico bianconero è determinato e vuole passare il turno: "È una gara secca, ci vuole equilibrio, testa, vogliamo vincere la terza Coppa Italia consecutiva. È uno stimolo e un grande obiettivo, serve una gran partita per passare turno. Ci ha fatto bene perderne 4 in trasferta, abbiamo capito che per vincere dobbiamo pedalare e alzare l’asticella per arrivare in fondo, non basta il minimo, per vincere serve sempre il massimo. L'atteggiamento e la qualità devono andare di pari passo, domenica i ragazzi sono stati bravi a giocare da squadra, se no si sarebbe parlato delle scelte sbagliate dell' allenatore". Allegri ha poi commentato la polemica tra Buffon e Tagliavento: "La polemica Buffon-Tagliavento? Una bischerata, in Italia non si apprezza quello che si fa in campo e si va alla ricerca di altre cose".

Commenti
Ritratto di milan1899

milan1899

Mar, 24/01/2017 - 15:11

hanno capito che Niang è una grossa bufala. Con la Juve non sarà facile ma il Milan ci deve provare. L'obiettivo Europa Legue quest'anno non può sfuggire.

mich123

Mer, 25/01/2017 - 00:03

Beato Buffon! I 5S non giocano e non possono nemmeno parlare.