Berlusconi riparte da Monza. Galliani: "Sogno derby con Milan nel 2020"

Concluso il passaggio del Monza a Silvio Berlusconi, emozionato Adriano Galliani in conferenza stampa che torna nella sua città tra ricordi e ambiziosi progetti per questa nuova avventura

È ufficiale il passaggio del Monza al gruppo Fininvest, il ritorno nel calcio di Silvio Berlusconi ora è realtà.

È una giornata storica per il Monza, è arrivata oggi la conferma ufficiale dell'acquisto del 100% del pacchetto azionario della società brianzola da parte del gruppo Fininvest, che in tarda mattinata ha reso noto la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione, composto da Nicola Colombo (Presidente), Paolo Berlusconi, Adriano Galliani, Roberto Mazzo e Danilo Pellegrino. Successivamente, il Consiglio ha nominato Adriano Galliani Amministratore Delegato della Società.

Un Adriano Galliani molto emozionato in conferenza stampa ripercorre le tappe di avvicinamento alla felice conclusione della trattativa: ''Questa trattativa nasce il 31 agosto con una telefonata, ci siamo detti delle cose e le abbiamo tenute fino a questa mattina. Non ci siamo mai mandati nemmeno una mail. C'è una conoscenza di 40 anni, le parole o non si danno o si mantengono. Fininvest ha acquisito il 100% del Monza, siamo felici che Colombo rimanga il presidente''.

Tantissimi i ricordi per il suo passato dirigenziale con i brianzoli : ''Oggi è una giornata di grande commozione. Grazie a Silvio Berlusconi torno nella mia squadra del cuore. Era il settembre del '75 quando sono entrato nel Monza'' e grande felicità per il ritorno nella sua città: ''Non mi sarei mai occupato del Lecco, del Como, del Varese, perché da ragazzo ho preso botte, Il Monza non è tradire il Milan. Ritorno a casa dopo 31 anni. Sono sempre stato del Monza, ero in prestito''. Prosegue evidenziando l'entusiasmo di Silvio Berlusconi in questa nuova avventura: "Lui vuole fare qualcosa per questo territorio. Da Arcore si vedono le luci del Brianteo, saranno 3km al massimo. Da appassionato di calcio e di sport, è un atto d'amore. È brianzolo anche lui''.

Non posso non esserci paragoni con l'epopea vincente del grande Milan e questo nuovo inizio: ''Il Milan di Silvio Berlusconi nasce il primo luglio 1987. Perché il primo anno non lo avevamo scelto noi, gli stranieri non si potevano cambiare. Poi prendiamo Sacchi, più Gullit e Van Basten. Lì dà l'input. Noi dobbiamo diventare la squadra più forte del mondo. Cosa sarà del Monza lo detterà Silvio Berlusconi''.

Grandi obbiettivi e un sogno di certo non impossibile: ''Un derby Milan-Monza? Lo sogno fra due anni. I sogni non si possono bloccare. In teoria dalla Serie C si può arrivare in A nel luglio 2020''. I particolari del progetto Monza, fa sapere Galliani saranno svelati in una prossima conferenza stampa proprio da Silvio Berlusconi: ''Tra un po' di giorni, forse già venerdì prossimo, convocherà una conferenza stampa per i progetti del Monza. I giornalisti si ritengano in preallarme, in una sede che deciderà lui, forse a Villa Gernetto''.

Intanto nel weekend i brianzoli, attualmente in testa al campionato a punteggio pieno, scenderanno in campo in trasferta a Ravenna, ora si può sognare il salto nel grande calcio.

Commenti

tRHC

Ven, 28/09/2018 - 20:31

Chissa' quanti rosiconi commenteranno questa notizia...per quanto mi riguarda do' il Bentornato al Cavaliere nel mondo del calcio di cui lui e' stato un grandissimo protagonista...AUGURI...anche se il mio urlo sara' sempre FORZA CAGLIARI

cgf

Ven, 28/09/2018 - 21:30

ed ora lo stadio lo costruiscono davvero come vogliono loro.