Moratti fiero: "Scudetto del 2006 all'Inter? Ora gli juventini lo accettino"

Scudetto 2005-2006, la Cassazione dà ragione all'Inter e Moratti punzecchia i bianconeri: "Tutto regolare, conseguenza di quello che è successo. Comunque bene, è sempre uno scudetto assicurato: ora devono accettarlo gli juventini"

"Lo Scudetto del 2006 resterà all'Inter". Così la Cassazione ha deciso di respingere l'ultimo ricorso possibile da parte della Juventus in merito all'assegnazione del Tricolore del 2005-2006 che fu messo sul petto dei nerazzurri dopo la sentenza di Calciopoli. I tifosi bianconeri hanno sempre definito quello Scudetto di "cartone", mentre i nerazzurri, con l'ex Presidente Massimo Moratti in testa, l'hanno sempre definito il più bello, come un piccolo risarcimento per quello successo nella stagione 1997-1998 quando l'Inter di sentì defraudata del titolo di campione d'Italia.

L'Inter "ha vinto" e proprio Massimo Moratti ha voluto dire la sua in merito ai microfoni dell'Ansa: "Tutto regolare, conseguenza di quello che è successo. Comunque bene, è sempre uno scudetto assicurato: ora devono accettarlo gli juventini. Ma io ne ero certo di questa cosa. Se con Andrea Agnelli ho fatto pace? Siamo sempre stati amici, diciamo che questo sentimento adesso è diventato più pubblico". Chissà se prossimamente le due tifoserie, nel prossimo Inter-Juventus che si disputerà a fine aprile 2019 si daranno ancora battaglia sullo Scudetto del 2006. Una cosa è certa: il derby d'Italia, almeno sui social network, resterà sempre acceso con la Cassazione che si è espressa in favore dei nerazzurri in merito ad una vincenda che non avrà mai fine per i tifosi.